16 Gennaio 2021 - 21:46

Uffizi Diffusi. Per San Giovanni potrebbe essere una grande occasione. Ed è nato anche un Comitato “trasversale”

La notizia dell’imminente incontro tra il sindaco di San Giovanni e il direttore della Galleria degli Uffizi per far rientrare la città di Masaccio nel progetto “Uffizi Diffusi” può rappresentare una svolta. Per San Giovanni sarebbe infatti un’occasione straordinaria, un volano dal punto di vista turistico e, ovviamente, culturale. Un modo anche per far conoscere maggiormente la città e le sue bellezze. Ed è un progetto, questo, che una volta tanto mette tutti d’accordo. Non ci sono infatti steccati politici e ideologici quando si parla di una operazione che potrebbe portare solo vantaggi per la comunità. Non è un caso che il neo costituito comitato “Uffizi Diffusi”, sia composto da persone di ogni estrazione sociale e politica.
Promotore Francesco Carbini, che lo scorso mese di ottobre aveva rilanciato una sua vecchia proposta di qualche anno fa che andava proprio in questa direzione. L’idea, come noto, è quella di stringere accordi con la Galleria d’arte più importante del mondo per poter ospitare periodicamente opere dei famosi musei fiorentini a San Giovanni, in modo da attrarre visitatori e turisti da ogni parte d’Italia. Il 5 gennaio Valentina Vadi, insieme all’assessore Franchi, incontrerà il direttore Eike Schmid e sarà l’occasione di di far conoscere le caratteristiche del comune di San Giovanni, collocato ai confini dell’area metropolitana fiorentina con forti legami culturali con la città di Firenze, in quanto Terra Nuova del contado fondata nel 1299. Caratteristiche ideali per rientrare a far parte del grande progetto degli Uffizi Diffusi.

Marco Corsi
Direttore Responsabile