domenica, Dicembre 4, 2022

Ritrovato il 50enne di Montevarchi che si era allontanato da casa nel cuore della notte. E’ in buone condizioni

Si era allontanato da casa per due notti di seguito. Per fortuna senza conseguenze. Protagonista della vicenda un uomo di 50 anni di Ricasoli, frazione del comune di Montevarchi. Le temperature polari di questo inizio anno e la fitta nebbia avevano fatto temere conseguenze nefaste, che invece sono state scongiurate grazie alla tempestiva attivazione della macchina dei soccorsi. L’uomo si era allontanato una prima volta nella primissima mattinata del 6 gennaio. La famiglia ha chiamato subito i Carabinieri di Montevarchi, che hanno effettuato i primi accertamenti, chiedendo la localizzazione dell’utenza telefonica del disperso.
Quando hanno appurato che nella località indicata non c’era traccia dell’uomo, e formalizzata la denuncia di allontanamento, è stato attivato il piano di ricerca per le persone scomparse, che ha visto per l’intera giornata di ieri impegnate tutte le pattuglie della Compagnia di San Giovanni Valdarno e di Arezzo, che hanno setacciato ogni angolo di strada. L’uomo ha poi fatto rientro spontaneamente a casa nella serata del 6 gennaio ed è stato accompagnato all’ospedale della Gruccia per gli accertamenti del caso. Ma non è finita qui. Una volta dimesso, nel cuore della notte, il 50enne si è nuovamente allontanato a piedi, facendo perdere le proprie tracce nella nebbia. Si è immediatamente riattivato il piano di ricerca per le persone scomparse – sospeso solo poche ore prima – che, sotto il coordinamento della Prefettura di Arezzo e della Compagnia Carabinieri di San Giovanni Valdarno, ha visto all’opera pattuglie dei Carabinieri e della Polizia Municipale di Montevarchi, oltre alle unità per la ricerca di persone dei Vigili del Fuoco, attrezzate con droni e cani molecolari.
Decine di uomini delle forze dell’ordine hanno cercato il disperso sin dalle 3:30 della notte, rastrellando ogni angolo del territorio di Montevarchi, San Giovanni Valdarno, Terranuova Bracciolini, e delle aree rurali di Bucine. Come di consueto, la foto dell’uomo, insieme ad una sua descrizione, è stata diffusa a tutte le autorità coinvolte nella ricerca, a livello provinciale e regionale. La tempestività era fondamentale. Le temperature molto rigide e la presenza di svariati pozzi, fossati e corsi d’acqua nelle vicinanze facevano infatti temere conseguenze gravi. Nella tarda mattinata, fortunatamente, il lieto fine. Un uomo, in stato confusionale, è stato notato aggirarsi nelle campagne di Moncioni, frazione collinare di Montevarchi. Immediata la segnalazione. Sul posto si è portata una pattuglia della Polizia Municipale di Montevarchi, seguita da una gazzella della Radiomobile della Compagnia Carabinieri di San Giovanni Valdarno. Era proprio lui. Il montevarchino, in buone condizioni di salute, è quindi stato nuovamente accompagnato in ospedale per ulteriori accertamenti.