giovedì, Dicembre 1, 2022

Il monitoraggio dell’Iss. Toscana unica regione d’Italia a rischio basso. Da lunedì zona gialla

Un risultato molto importante, che testimonia quanto di buono è stato fatto in queste settimane sia a livello di prevenzione che di comportamenti. In base al monitoraggio della Cabina di regia del ministero alla Salute e dell’Istituto superiore di sanità nel periodo che va dal 28 dicembre al 3 gennaio la Toscana è la regione italiana nella quale la circolazione del virus è meno impattante. Il rischio, che sintetizza i 21 indicatori utilizzati dalla cabina di regia, è alto in 12 Regioni e province: Emilia, Friuli, Lazio, Lombardia, Marche, Piemonte, Provincia Bolzano, Provincia Trento, Puglia, Umbria, Veneto. Nel monitoraggio precedente non c’era nessuno in questa situazione. Altre 8 realtà (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Sardegna, Sicilia, Val d’Aosta) sono a rischio moderato e solo la Toscana ha un rischio basso, dove l’Rt, tra l’altro, è sotto 1. Un risultato eccellente. Adesso però occorre continuare. Intanto oggi il Governatore Giani ha parlato con il Ministro Roberto Speranza. “Grazie ai risultati del lavoro di queste settimane, mi ha ufficializzato che la Toscana continuerà ad essere zona gialla da lunedì 11 gennaio. Le scuole superiori saranno aperte in presenza al 50%. Non abbassiamo la guardia, continuiamo a fare attenzione e proteggerci”, ha concluso il presidente della Regione.

Marco Corsi
Marco Corsi
Direttore Responsabile