23 Gennaio 2021 - 21:09

Rientro a scuola in sicurezza: tutor alle fermate e sugli autobus

Attività scolastiche in presenza al 50 per cento dal prossimo 11 gennaio per gli studenti degli istituti Superiori e scatta un piano operativo per garantire trasporti in sicurezza. Coordinato dalla Provincia di Arezzo, con la supervisione della Prefettura, garantirà il distanziamento interpersonale grazie al lavori in sinergia con i presidi, le aziende di trasporto, Regione e Comuni. Sono state individuate le fermate considerate critiche perchè attigue alle scuole più frequentate e il progetto “Ti accompagno”, finanziato dalla Regione, permetterà di vigilare sui luoghi potenzialmente affollati e sui mezzi, con il supporto del personale di enti locali e associazioni di volontariato che fornirà assistenza agli alunni. Sui bus sarà possibile occupare solo la metà dei posti e le operazioni di salita e discesa saranno seguite anche da tutor pronti a consigliare ai ragazzi di usare la corsa successiva senza accalcarsi sul primo mezzo in arrivo.
“Sono convinta che sia indispensabile un serio monitoraggio sul trasporto pubblico locale, un valido aiuto nella battaglia contro il Covid-19 – ha dichiarato la presidente Silvia Chiassai Martini. E’ necessario informare e indurre i giovani a comportamenti responsabili, quei semplici accorgimenti fondamentali del distanziamento sociale e dell’utilizzo delle mascherine, che aiutano a prevenire il virus. Sono certa che collaboreranno attivamente prestando attenzione. Noi ce l’abbiamo messa tutta per portarli a scuola in sicurezza e speriamo che questo nostro sforzo porti il risultato atteso. Ringrazio il consigliere provinciale con delega ai trasporti Marco Morbidelli per il lavoro di coordinamento svolto con gli istituti scolastici, con i Comuni, la Prefettura e la Regione, insieme al servizio trasporto pubblico locale della provincia”.