16 Gennaio 2021 - 21:26

Buoni spesa: il comune di Cavriglia apre un nuovo bando per la distribuzione di voucher alle famiglie in difficoltà

Nuova disponibilità di buoni spesa in arrivo per le famiglie cavrigliesi in difficoltà, dopo la prima distribuzione avvenuta a dicembre. Il Decreto “Ristori Ter” del 23 novembre ha emesso nuove disposizioni per l’arrivo in tutti i comuni di risorse economiche straordinarie per far fronte alla crisi e l’amministrazione comunale di Cavriglia si è messa in moto immediatamente. Sono stati creati ulteriori buoni spesa, di 20 euro ciascuno, da consegnare alle famiglie in difficoltà e questo avverrà tramite un secondo bando che sarà aperto fino al 26 gennaio.  Nonostante il piccolo taglio del sussidio durante la distribuzione verrà tenuto in considerazione le esigenze ed il numero di componenti di ogni nucleo familiare. I voucher sono finalizzati al soddisfacimento delle necessità più urgenti ed essenziali, con l’obbligo dunque di acquisto esclusivamente di soli generi alimentari e prodotti di prima necessità in tutti i negozi ed esercizi convenzionati all’interno del territorio comunale. Gli aventi diritto del buono sono tutte le persone residenti o temporaneamente domiciliate a Cavriglia che non riescono ad acquistare beni di prima necessità,in questa fase èè intenzione dell’ amministrazione privilegiare coloro i quali non hanno ricevuto alcun sostegno pubblico fino ad oggi. Per ottenere i buoni è necessario presentare una richiesta, contenente un’autocertificazione da richiedere all’assistente sociale dal lunedì al sabato dalle 8 e 30 alle 14 ai numeri 055 9669734, e 055 9669737. Inoltre, il modulo è direttamente scaricabile sul portale internet dell’Amministrazione Comunale al link: http://www.comune.cavriglia.ar.it/uploads/kcFinder/files/Domanda%20accesso%20Emergenza%20Covid%2019%20dicembre%282%29.pdf
Una volta compilato, a telefono con l’assistente sociale oppure in autonomia, il documento deve essere rispedito via mail a questo indirizzo assistente.sociale@comune.cavriglia.ar.it entro il 26 gennaio, spetterà poi agli assistenti sociali individuare e ricontrattare i beneficiari. Infine, un ulteriore servizio è fornito dai volontari della Misericordia di Cavriglia che si sono messi a disposizione per poter accompagnare le persone non autosufficienti nell’acquisto della spesa o addirittura nella sua consegna a domicilio.

Lapo Verniani
Redattore