sabato, Dicembre 3, 2022

San Giovanni. Partiti 6 Progetti utili alla collettività in ambito scolastico. La soddisfazione dei 5 Stelle

A San Giovanni Valdarno hanno preso il via 6 PUC, i cosiddetti Progetti utili alla collettività in ambito “scolastico”. Una notizia accolta con soddisfazione dal consigliere del Movimento 5 Stelle Tommaso Pierazzi, che ha ricordato una sua mozione approvata dal consiglio comunale cittadino nel novembre del 2019. Il documento sollecitava la giunta sangiovannese ad avviare lo studio per la realizzazione di questi strumenti. Nel corso dell’ultimo parlamentino, che si è tenuto ieri, Pierazzi ha invitato l’amministrazione ad informare tutti i consiglieri sull’avanzamento dei progetti in ambito scolastico. i PUC si devono svolgere presso il comune di residenza dai percettori del Reddito di Cittadinanza nell’ambito del Patto per il lavoro e del Patto per l’inclusione sociale. Devono essere legati all’ambito culturale, sociale, artistico, ambientale, formativo e di tutela dei beni comuni. Possono essere attivati in gestione associata, anche attraverso la collaborazione di enti del terzo settore o di altri enti pubblici.
“Come sappiamo le difficoltà economiche, anche messe in luce dalla crisi economica attuale a seguito della pandemia che viviamo tutti i giorni, – ha detto Pierazzi – evidenziano una emarginazione sociale sempre più visibile e preoccupante, e dare seguito alla seconda fase del reddito di cittadinanza con i progetti utili alla collettività diviene quasi un obbligo morale per gli enti comunali. La riuscita dipende in modo significativo dall’approccio che ogni giunta dedicherà alla creazione dei PUC. A tal proposito – ha aggiunto il consigliere dei 5 Stelle – vorrei ringraziare la collega consigliera e Presidente della III Commissione Consiliare Engi Halilaga che da subito ha sposato questa iniziativa, liberandola in tal modo da etichette politiche o di propaganda. La stessa Ministra all’istruzione, Lucia Azzolina, che ho avuto modo di incontrare in questi giorni insieme ad alcuni miei colleghi del Movimento, ci ha ricordato come anche nel mondo della scuola questi strumenti possono essere importanti per aiutare le amministrazioni comunali a superare questo grave periodo emergenziale”.
L’assessore Nadia Garuglieri ha informato i consiglieri che ad oggi i progetti avviati sono 16 in tutto. Mentre quelli specifici in ambito scolastico, svolti in collaborazione con gli istituti comprensivi, sono 6 ed impegnano i percettori del reddito di cittadinanza per un totale complessivo di circa 48 ore settimanali. “Doveroso ringraziare personalmente la giunta e l’assessora per aver creduto in un progetto che aiuterà nostri concittadini a reinserirsi e non sentirsi soli in questo grave momento”, ha concluso Pierazzi.

Marco Corsi
Marco Corsi
Direttore Responsabile