sabato, Dicembre 3, 2022

Operazione antidroga della Guardia di Finanza in Valdarno: sequestrate droga e armi

Duecento grammi di sostanze stupefacenti e varie armi da fuoco sequestrate dalla Guardia di Finanza della Compagnia di San Giovanni. A dare il via all’operazione il controllo su un giovane di 30 anni residente in un quartiere alla periferia della città di Masaccio, già noto come frequentatore abituale dei luoghi dello spaccio di droga. Alla vista di militari ha dato inequivocabili segni di nervosismo che hanno indotto gli inquirenti a proseguire gli accertamenti nella sua abitazione e durante la perquisizione sono stati ritrovati, nascosti nella camera da letto, 100 grammi di marijuana essiccata.
E’ scattata così la denuncia a piede libero, ma le indagini sono proseguite per risalire al fornitore della cannabis. Gli inquirenti sono risaliti a un casolare sulle colline di Cavriglia e nelle vicinanze, abilmente camuffata, è stata scoperta una serra per la piantagione illegale.
Il proprietario, un trentaduenne che viveva nel casolare, al termine del controllo, ha dovuto giustificare la detenzione di 100 grammi di marijuana, diverse piante di canapa indiana e i semi già pronti per essere interrati. Inoltre nell’abitazione le Fiamme Gialle hanno ritrovato anche due pistole complete di munizioni e una scacciacani perfettamente funzionanti e illecitamente possedute.
Le piante di cannabis, la marijuana e le armi da fuoco sono state sequestrate e l’improvvisato “coltivatore” è stato arrestato.
“L’’operazione conferma ancora una volta l’impegno della Guardia di Finanza nella salvaguardia della legalità -commenta il Comando provinciale della Guardia di Finanza – attraverso la capillare presenza sul territorio a contrasto del pericoloso commercio di sostanze stupefacenti e degli altri illeciti ad esso connessi”.