domenica, Dicembre 4, 2022

Pericolo truffe da falsi incaricati Enel Energia: le raccomandazioni dell’azienda

Si spacciano per incaricati della società elettrica per raggirare le persone, anziani e non solo. Le segnalazioni continuano ad arrivare dalla provincia di Arezzo ed Enel Energia ricorda come difendersi dalle truffe.
Per le proposte di contratti “porta a porta”, chiunque si presenti a domicilio per conto della società, dipendenti o personale esterno incaricato, deve essere munito di tesserino plastificato con foto e dati di riconoscimento e il consiglio è di chiedere sempre di visionarlo. Nessuno è autorizzato a riscuotere o restituire somme di denaro a casa.
Al pari degli altri operatori presenti sul libero mercato, anche Enel Energia si avvale di agenti specializzati che possono presentare le nuove offerte al domicilio dei clienti. Si tratta sempre di persone con tesserino di riconoscimento con indicazione del rapporto di smart agent o dell’agenzia partner incaricata della vendita e i clienti possono accertare con una telefonata al numero verde 800900860 che l’agenzia di vendita faccia realmente parte di quelle che lavorano per Enel.
Anche i moduli e i materiali informativi sono chiaramente riferibili all’azienda e l’invito è a leggere bene prima di firmare. Chi propone contratti a domicilio può richiedere di visionare l’ultima fattura per individuare la proposta più adeguata ai consumi e, solo in caso di adesione ad un’offerta, la bolletta può essere utilizzata per recuperare i dati relativi alla fornitura.
Enel Energia infine ribadisce che né i propri dipendenti né gli agenti specializzati si occupano della sostituzione dei contatori, attività curata da E-Distribuzione, che gestisce la rete elettrica di media e bassa tensione e che in questo periodo in diverse zone della Toscana sta procedendo all’installazione della nuova generazione di contatori con accesso al solo vano contatori – e non agli impianti privati – e senza alcun costo per gli utenti.