24 Febbraio 2021 - 21:46

Rifiuta di indossare la mascherina e scoppia la rissa. Tre denunciati

Non aveva indossato la mascherina ed era scoppiata la rissa prima in un locale di Terranuova e poi, dopo un inseguimento in auto, a Montevarchi in viale Matteotti. Ad affrontarsi due gruppi di giovani di origine albanese. E’ accaduto a metà ottobre e adesso i carabinieri montevarchini, al termine di approfondite indagini, hanno deferito 3 pregiudicati di età compresa tra i 25 e i 30 anni.
Per far luce sull’episodio i militari hanno dovuto far breccia in un muro di omertà assoluta perchè nessuno aveva denunciato l’accaduto, neppure il titolare e i clienti del locale.
Ai carabinieri però non era sfuggita una strana concatenazione di circostanze. Nella stessa notte era arrivata la segnalazione di una violenta lite in un disco-bar della città di Poggio Bracciolini e poco meno di un’ora più tardi la telefonata di un operatore del 118 per una richiesta di soccorso per un incidente stradale con feriti nelle vicinanze del palazzetto dello sport di Montevarchi. In entrambi i casi, tuttavia, all’arrivo della pattuglia sul posto non c’era più nessuno.
Dagli accertamenti è emerso che quella notte in ospedale era stato curato uno dei protagonisti dell’alterco e alla fine i testimoni hanno ammesso che nel bar c’era stata la rissa iniziata per futili motivi, molto probabilmente per il rifiuto di indossare il dispositivo di sicurezza anti Covid.
Le immagini dei circuiti di videosorveglianza comunali e privati hanno consentito di identificare i numeri di targa delle autovetture utilizzate dai giovani per dileguarsi prima dell’arrivo dei carabinieri e spostarsi a Montevarchi. Il passo conclusivo è stato il riconoscimento fotografico delle persone a bordo delle auto, chiudendo definitivamente il quadro indiziario su tre dei quattro protagonisti ora deferiti in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Arezzo.