28 Febbraio 2021 - 19:25

Montevarchi: nuova proposta di partenariato per gli impianti sportivi

Torna in Consiglio comunale la proposta di partnership per il restauro e la gestione degli impianti calcistici di Montevarchi. Dopo il ritiro dell’accordo sottoscritto a dicembre del 2019 tra municipio e Rti formato da Aquila 1902 e un imprenditore edile, anche per la crisi economica dovuta alla pandemia, la società di calcio e un nuovo socio del comparto costruzioni hanno presentato la nuova proposta che li impegnerà per 877 mila euro, al netto dell’Iva. Alla base della riduzione della spesa lo stralcio delle opere inserite nel pacchetto originario per lo stadio di via Gramsci di cui ora si occuperà il Comune.
Il Raggruppamento Temporaneo di Imprese provvederà invece all’Antistadio con il recupero igienico-funzionale delle strutture esistenti e il potenziamento e la realizzazione di ambienti per consentirne un utilizzo più assiduo e continuativo. Oltre ai locali destinati alla segreteria, saranno raddoppiati gli spogliatoi, realizzato un bar ristoro con cucina annessa e sistemate le recinzioni e il resede. Verranno inoltre rinnovate le reti tecnologiche e costruita una tribunetta prefabbricata e posato un nuovo manto in erba sintetica omologato dalla Federcalcio.
Nessuna modifica sostanziale per il centro sportivo “Gabriele D’Uva” di Mercatale se non la manutenzione dell’esistente e l’ipotesi di dotare l’impianto di un bagno per le persone con diversa abilità.
Palazzo Varchi invece dovrà provvedere alla ristrutturazione del Brilli Peri. Tra gli interventi anche la creazione negli spazi sotto la gradinata di nuovi spogliatoi, sede sociale, servizi accessori e la messa a norma degli impianti idro-termo-sanitario ed elettrico.
La proposta sarà discussa nella riunione dell’assemblea cittadina in programma giovedì alle 14.30 in videoconferenza.