martedì, Novembre 29, 2022

100 piante per ricordare i propri cari. A Cavriglia primi bilanci del progetto “E’ ora di piantarla, un albero per la vita”

Sta riscuotendo grandi consensi l’iniziativa del Comune di Cavriglia, che ha invitato i cittadini a donare una pianta da dedicare ai propri cari. Il progetto, partito lo scorso anno e intitolato “E’ ora di piantarla, un albero per la vita”, ha già raggiunto i primi, importanti risultati. Nella prima fase erano stati messi a dimora nell’area di Bellosguardo 48 alberi. Di recente sono state invece 63 le essenze piantumate nelle frazioni di Meleto Valdarno-Montanina, Cetinale, Santa Barbara, Castelnuovo dei Sabbioni e Massa Sabbioni. Siamo quindi oltre 100. Ogni singolo donatore sarà informato dal comune, in modo da poter riconoscere l’esemplare “adottato” e vederlo crescere nel tempo, e saranno a carico dell’ente le spese per la manutenzione e per l’eventuale sostituzione nel caso la pianta non attecchisse. L’iniziativa. ovviamente, proseguirà anche nei prossimi mesi e consente, da un lato, di ampliare il patrimonio di alberi di Cavriglia e dall’altro di abbattere le emissioni di CO2.
Per aderire sarà necessario fare richiesta all’ufficio segreteria del Sindaco del Comune di Cavriglia (telefono 0559669733), vedere le mappe dove poter collocare l’essenza e sceglierla tra le specie disponibili: liquidambar, cipresso, bagolaro, acero, tiglio, betulla pendula e ulivo. Bisognerà poi versare per ogni albero un contributo di 25 euro che coprirà i costi di acquisto, trasporto e messa a dimora.
Contemporaneamente l’amministrazione comunale realizzerà una vera e propria carta d’identità del donatore, nella quale saranno specificati i suoi dati anagrafici, la mappa con la georeferenziazione della pianta messa a dimora e un’eventuale dedica per la donazione.
“Il successo della prima edizione di questa iniziativa – ha detto il sindaco Leonardo Degli Innocenti o Sanni-, assieme alla nostra volontà di rendere Cavriglia un posto sempre più verde, ci hanno spinto ad una seconda edizione del progetto. Abbiamo riscontrato una notevole partecipazione già un anno fa, tanto da aver completato anche una lunga lista di attesa composta da molte persone che vogliono dedicare un albero ad un proprio caro.
Adesso con le nuove piantumazioni stiamo rendendo più belle e piacevoli altre aree verdi dopo Bellosguardo e come nel 2020 ci auguriamo che siano tanti i cittadini che si faranno protagonisti di questa iniziativa””.