martedì, Novembre 29, 2022

Al via il progetto “A Caccia di Rifiuti”. Coinvolti oltre 250 studenti dell’Isis Valdarno e dei Licei

Al via anche quest’anno “A Caccia di Rifiuti”, il progetto di educazione ambientale rivolto agli studenti e promosso dalla Centro Servizi Ambiente Impianti e dal portale di informazione web Valdarno 24. Due gli istituti che prendono parte all’iniziativa. L’Isis Valdarno e i Licei Giovanni da San Giovanni. I ragazzi saranno avviati in un percorso di sensibilizzazione al tema dei rifiuti, al loro utilizzo, al loro smaltimento, al loro riciclo. Lo scopo è quello di far conoscere non solo come nasce un rifiuto, ma anche come deve essere smaltito e trattato. L’iniziativa, interamente on line, coinvolge 17 classi e oltre 250 studenti. Per l’Isis Valdarno la 2 ASAP, la 2 AMP, la 2AMM, la 2AME, la 2APA, la 2BIF, la 2CIF, la 2DIF, la 2EEE, la 2FEE, la 2GMC e la 2HCH. Per i Licei Giovanni da San Giovanni la 2 AS, la 2BS, la 3B, la 3F e la 3M. In questi mesi ai ragazzi sono state consegnate alcune dispense ed essendo impossibile, a causa delle restrizioni sanitarie, recarsi direttamente a Podere Rota, è stata offerta loro la possibilità di effettuare un tour virtuale all’interno del polo impiantistico di Terranuova Bracciolini, che hanno potuto svolgere sia in classe che a casa attraverso una specifica App predisposta da Csai. Nei giorni 26 febbraio 2 marzo 2021 è stata poi organizzata una videoconferenza con tutti gli studenti e gli insegnanti che seguono il progetto, alla presenza del direttore di Valdarno 24 Marco Corsi e del responsabile comunicazione della Csai Aldo Ferretti, nel corso della quale gli alunni hanno potuto esprimere le loro sensazioni e rivolgere domande e curiosità. Da venerdì 12 marzo e fino a metà maggio, ecco poi la “Caccia al tesoro on line”. All’interno del portale “Valdarno 24” sarà infatti costituita una sezione apposita dal titolo “A Caccia di Rifiuti”. Nel corso dei due mesi a tutti gli studenti che hanno deciso di partecipare, tramite email, arriveranno dieci domande sul tema dei rifiuti. Vincerà il concorso la classe che avrà risposto positivamente al maggior numero di domande nel tempo minore e che riceverà un premio importante. L’iniziativa è stata accolta con favore dai due dirigenti scolastici Lorenzo Pierazzi e Lucia Bacci. I docenti “responsabili” del progetto sono la professoressa Maria Cristina Viglianisi e la professoressa Chiara Tognazzi per l’Isis e il professor Giuseppe Tassinari per i Licei.