domenica, Novembre 27, 2022

Tav. Ad aprile ripartono i lavori a Firenze. Ufficiale l’arrivo delle terre di scavo a Cavriglia

A Cavriglia arriveranno le terre della Tav. La conferma è arrivata ieri, a Roma, durante un incontro tra il Governatore della Toscana Eugenio Giani e Vera Fiorani, l’amministratrice delegata di Rete Ferroviaria Italiana, la società dell’infrastruttura del Gruppo FS. All’ordine del giorno del colloquio i principali nodi del trasporto su ferro in Toscana e le realizzazioni strategiche previste nei prossimi cinque anni.
E’ stato confermato il via libera al tunnel per il sottoattraversamento del nodo fiorentino. I lavori riprenderanno entro il mese di aprile, prima nell’area della nuova stazione di Belfiore e, successivamente, con la “talpa”, muovendo da Campo Marte in direzione Rifredi.
Nelle prossime settimane sarà reso pubblico il calendario dei lavori, che prevede anche l’impiego dell’area ex mineraria di Cavriglia, che sarà utilizzata per le terre di scavo. “Si tratta di un’opera che giudichiamo fondamentale, in primo luogo per ancorare maggiormente Firenze all’asse nord sud delle linee ad Alta velocità, e poi per liberare dai treni veloci i binari della stazione di S. Maria Novella, così da renderli disponibili per i treni pendolari e regionali, migliorandone così regolarità e puntualità e creando i presupposti per ulteriori potenziamenti del servizio”, ha detto il Presidente Giani.

Marco Corsi
Marco Corsi
Direttore Responsabile