19 Aprile 2021 - 21:42

De Angeli. Il consigliere Roberto Grandis chiede un incontro pubblico: “situazione preoccupante”

Il consigliere del Movimento 5 Stelle di Reggello Roberto Grandis ha chiesto un incontro pubblico per discutere del futuro dei dipendenti della De Angeli, alla luce della recente assemblea dei lavoratori “che ha confermato tutti i punti critici dell’azienda farmaceutica”. La richiesta è quella di coinvolgere rappresentanze sindacali e istituzioni di tutti i livelli: territoriali, regionali e nazionali. I sindacati, tra l’altro, hanno scritto al Sindaco Reggente Piero Giunti per informarlo della situazione, definita preoccupante e chiedendo un faccia a faccia tra le due parti. La proposta dell’esponente penta stellato è quella di organizzare un incontro al Cinema Excelsior oppure in un altro luogo nel quale sia consentito il distanziamento necessario per la salute pubblica. Dovrebbero essere invitati, tra gli altri, i Sindaci del Valdarno, il Presidente della Regione ed i vari Assessori, Consiglieri Regionali e Comunali e anche componenti della commissione lavoro a livello nazionale, perché vengano informati della reale situazione in cui versa l’azienda.
“Perché qui non contano i voti nelle urne, – ha detto Grandis – contano le persone e le famiglie che vivono nel territorio con quello stipendio. Perdere un’altra azienda in questo territorio vorrebbe dire dare il colpo di grazia all’economia di tutta la zona e di tante persone, non solo i dipendenti della De Angeli. Spero che le Istituzioni, una volta informate, questa volta siano più agguerrite e richiedano all’azienda di presentarsi con un piano industriale, cosa che gli RSU aziendali chiedono da anni, in modo da rivelare gli intenti che hanno per il futuro di questo sito produttivo”. Il consigliere dei 5 Stelle ha poi fatto il punto della situazione. “ Sono stati confermati il non rinnovo dei contratti a termine, le settimane di cassa integrazione e il taglio di 20 milioni di pezzi sulla produzione a venire – ha precisato -. In questo momento il mercato farmaceutico (anche nel terziario) guadagna in tutti i settori, se non sei competitivo perdi lavoro e commesse. cosa che sta succedendo”.

Marco Corsi
Direttore Responsabile