19 Aprile 2021 - 20:33

Una bella Sangiovannese batte per 3-1 il Tiferno Lerchi e continua la scia positiva

Una vittoria netta, meritata e importantissima della Sangiovannese, che nel turno infrasettimanale di campionato ha battuto al Fedini per 3-1 il Tiferno Lerchi, squadra ostica da posizioni di vertice. Davvero un’ottima prova quella degli azzurri, che dopo essere andati sul doppio vantaggio hanno subito il goal del 2-1 nella prima occasione da rete degli avversari. Ma nel secondo tempo, una frittata della difesa umbra ha consegnato a Falomi la palla che ha chiuso la contesa. Stanno bene i valdarnesi, che possono quindi trascorrere una Pasqua serena.
Si gioca in una giornata tipicamente primaverile. Parte bene la squadra di Iacobelli e all’11° è già in vantaggio. Lorenzoni sulla destra si destreggia benissimo e mette la palla in area. Dopo una ribattuta della difesa Lunghi, da due passi, mette la sfera in fondo al sacco. Al 15° Sangiovannese vicinissima al raddoppio. Cross in area e colpo di testa di Falomi che colpisce la trasversa. La palla, per gli azzurri, ha superato la linea di porta, ma non è dello stesso avviso il direttore di gara che lascia continuare. Ma il 2-0 è solo rimandato. Al 23° è Bencini, al termine di una grande azione personale, a battere di destro imparabilmente l’estremo umbro. Bellissimo goal da parte del giocatore del Marzocco. Tre minuti dopo, però, il Tiferno Lerchi accorcia le distanze alla sua prima vera palla goal. E Di Cato che, lanciato in area, con un diagonale supera Cipriani. Al 33° clamorosa palla goal fallita dai biancorossi. Su punizione Tersini, sul filo del fuorigioco, è solo soletto davanti al portiere azzurro, ma gli spara incredibilmente addosso. Brividi per i ragazzi di Iacobelli, che in questa fase soffrono un po’ troppo. Al 36° colpo di testa pericoloso di Traini con la palla che finisce fuori di poco. Il tempo si chiude con la Sangiovannese in vantaggio. Ma la gara rimane aperta.
Nella ripresa gli azzurri sono bravi a controllare l’incontro e cercano anche il tris. Ci prova Romanò al 23°, la cui battuta a rete viene bloccata da Vaccarecci. Gli ospiti non pungono al 34° subiscono la terza rete. Disastro della retroguardia con un retropassaggio errato che serve Romanò. Il passaggio per Falomi è facile facile e il giocatore azzurro, a porta vuota, segna la rete del 3-1 che chiude la contesa.

Mi piace: