6 Maggio 2021 - 14:45

I 5 Stelle di Cavriglia sull’Aventino. L’appoggio della consigliera regionale Noferi

“L’acqua pubblica a Cavriglia non trova spazio; solidarietà ai consiglieri comunali”. Lo ha detto la consigliera regionale del Movimento 5 Stelle in merito alla decisione forte dei rappresentanti pentastellati del parlamentino cavrigliese, che hanno deciso di disertare la seduta odierna per protesta.
“La mozione presentata dal nostro capogruppo Massimiliano Secciani – ha detto Noferi – chiede di inserire un comma nello statuto comunale per sancire che l’acqua è un bene pubblico, ma questo non piace alla maggioranza PD di Cavriglia che continua a fare di tutto per insabbiare la discussione dell’atto. Le indicazioni degli italiani nel referendum del 2011 erano state molto chiare, ma a distanza di dieci anni ancora nulla è stato fatto per onorare quella direttiva, per questo tutti i nostri consiglieri comunali in Toscana hanno presentato la stessa mozione, al fine di rimettere sul tavolo la questione”.
“Per ora – ha aggiunto la consigliera regionale – solo a Cavriglia si impedisce al Movimento Cinque Stelle, con pretesti sempre diversi, di non far arrivare in commissione la delibera, cosa che testimonia lo spiacevole e continuo atteggiamento di disprezzo del loro lavoro dai banchi dell’opposizione. Un esempio della solita politica “dei regolamenti” che la maggioranza usa quando non ha nemmeno il coraggio di bocciare gli atti. Bene fanno quindi i nostri consiglieri a denunciare con ogni mezzo a loro disposizione, compresa l’azione dimostrativa di oggi, che a Cavriglia il Partito Democratico, è contrario sia all’acqua come bene pubblico che al valore delle opposizioni nel confronto democratico all’interno delle istituzioni e noi saremo al loro fianco nel denunciarlo”.

Marco Corsi
Direttore Responsabile