6 Maggio 2021 - 15:10

Supporto nella prenotazione on line dei vaccini. Prorogato il servizio a Cavriglia

Sono stati più di 200 i cittadini di Cavriglia, ma anche di altri comuni, che hanno beneficiato del servizio di aiuto gratuito alla popolazione per la prenotazione online dei vaccini, che ha preso il via il 27 marzo scorso. Un servizio molto apprezzato, che ha spinto l’amministrazione comunale a prorogarlo sino a fine maggio. Coinvolta nel progetto anche la locale sezione della Misericordia, che ha trovato un aiuto logistico anche da parte dei circoli delle varie frazioni. Chi è nato tra il 1952 ed il 1956 (con allargamento anagrafico previsto a breve fino alla classe 1960), rientra nelle categorie fragili o accudisce queste persone (i cosiddetti caregiver) può recarsi presso uno qualsiasi dei punti a disposizione per espletare la pratica della prenotazione online. Il servizio è totalmente gratuito possibile nei seguenti punti:
• Cavriglia: presso la sede della Misericordia in Viale Principe di Piemonte 23, con orario dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 18.00;
• Castelnuovo dei Sabbioni: presso il Circolo Sociale in Via XXV Aprile 6, ogni giovedì dalle 15.00 alle 17.00;
• Neri: presso il Circolo “La Pace” in Piazza dei Pini 6, ogni lunedì dalle 15.00 alle 17.00;
• Massa Sabbioni: presso il Circolo Sociale ogni sabato dalle 10.00 alle 12.00;
• S.Barbara: presso il Circolo Arci in Piazza 1 Maggio, ogni martedì dalle 15.00 alle 17.00;
• Meleto Valdarno: presso il Circolo Sociale in Viale Barberino 9, ogni mercoledì dalle 15.30 alle 17.30;
• Vacchereccia: presso il Circolo in Via Vacchereccia 136, ogni venerdì dalle 15.00 alle 17.00;
• Montegonzi: presso la biblioteca in Via Bartolo da Montegonzi 9, ogni mercoledì dalle 15.00 alle 17.00.

“Gli oltre duecento richiedenti hanno confermato la forte necessità del servizio, oltre alla disponibilità dei nostri volontari e dei nostri circoli – ha detto il sindaco Sanni -. Chiunque può continuare a rivolgersi a loro per chiedere aiuto, avere informazioni o espletare anche la pre-adesione. Ci aspettiamo ancora una notevole richiesta da parte delle categorie anagrafiche e sanitarie interessate, accrescendo così il numero dei vaccinati nella nostra comunità e diminuendo anche il rischio contagio del Covid.”