6 Maggio 2021 - 14:28

Muore valdarnese di 69 anni due giorni dopo aver ricevuto una dose di Pfizer. E la Procura apre un’inchiesta

Il nesso, ovviamente, è tutto da stabilire, ma nel frattempo la Procura di Arezzo ha aperto un’inchiesta sulla morte di un uomo di 69 anni, residente in Valdarno Aretino, deceduto due giorni dopo aver ricevuto la prima dose di vaccino Pfizer. La notizia è stata riportata questa mattina sul Corriere di Arezzo. Le autorità giudiziarie hanno ovviamente disposto l’autopsia che è stata effettuata nella giornata di ieri. Bisognerà infatti capire se il decesso è dovuto ad una reazione avversa alla somministrazione o ad altra origine. L’uomo si era vaccinato con la prima dose di Pfizer martedì 27 aprile a Montevarchi dopo la prenotazione on line. Poi ha accusato alcuni malesseri, tra cui tremori in tutto il corpo. Come hanno riportato i colleghi del Corriere, la situazione è precipitata nella notte tra giovedì e venerdì della scorsa settimana e il 69enne è morto il 30 aprile. I familiari hanno presentato un esposto e si è mossa la magistratura con un fascicolo aperto dal sostituto procuratore Julia Maggiore. Il pm ha disposto l’acquisizione di tutta la documentazione sanitaria relativa al paziente e sono in corso approfondimenti che dovranno stabilire l’esatta causa della morte e se ci sia stato un nesso con la somministrazione del vaccino. Naturalmente tra gli inquirenti filtra cautela, prudenza e nessuna conclusione affrettata.