13 Giugno 2021 - 00:51

Rizzetto e Torselli di Fratelli d’Italia: “Inconcepibile quanto successo alla Bekaert con il blocco dei licenziamenti”

“Come temevamo la vertenza Bekaert è finita nel peggiore dei modi: la trattativa al Mise si è conclusa con un nulla di fatto e tutti gli operai sono stati licenziati. Siamo di fronte ad un fallimento del Pd che governa la Regione Toscana e del Governo che non ha saputo gestire la trattativa tanto da non aver inserito la vertenza tra quelle di urgente convocazione al Ministero dello Sviluppo economico”.
Lo hanno detto l’onorevole Walter Rizzetto di Fratelli d’Italia e Francesco Torselli, capogruppo FdI nel Consiglio regionale toscano. “Adesso – hanno aggiunto – è il momento di pensare seriamente ad una reindustrializzazione dell’impianto di Figline Valdarno. Nonostante il blocco dei licenziamenti, i 112 operai di Bekaert hanno perso il lavoro. E’ inaccettabile in un momento di profonda crisi economica come questo. Non deve più accadere che multinazionali straniere vengano nel nostro Paese e non accettino la contrattazione con le istituzioni e i sindacati. Da mesi Regione e Governo dovevano pensare ad un progetto di reindustrializzazione dell’area: i 112 lavoratori non dovevano arrivare al punto di non avere alcuna certezza sul loro futuro”, hanno concluso.

Marco Corsi
Direttore Responsabile