13 Giugno 2021 - 02:12

Il 19 giugno apre la nuova biblioteca di San Giovanni. Videomessaggio di grandi scrittori italiani

E’ un’idea originale che vuole valorizzare ancora di più una data per certi versi storica per San Giovanni. Il 19 giugno, giorno della riapertura della ex Casa del Fascio e dell’inaugurazione della nuova biblioteca, che troverà posto proprio all’interno dello storico edificio. Per l’occasione, l’amministrazione Vadi si è avvalsa della collaborazione di alcuni grandi scrittori italiani, che hanno inviato un videomessaggio. Tra loro Marco Malvaldi, il celebre scrittore e giallista pisano, la penna che ha tratteggiato il BarLume, il locale dei romanzi e racconti della serie edita da Sellerio. Insieme a lui altri personaggi che hanno raccolto l’invito dell’amministrazione comunale di San Giovanni Valdarno per promuovere l’apertura della nuova biblioteca in piazza della Libertà.
Da Nicola Lagioia, vincitore del premio Strega nel 2015 e direttore del Salone internazionale del libro di Torino dal 2017 a Guido Tonelli, fisico, accademico e divulgatore scientifico, protagonista della scoperta del bosone di Higgs, che ha condotto al premio Nobel per la fisica 2013; da Francois Englert e Peter Higgs alla star social Pietro Resta, in arte Wikipedro. E poi ancora: Giuseppe Catozzella, scrittore e autore di reportage, vincitore del premio Strega Giovani nel 2014, Gabriella Turnaturi, scrittrice e docente di sociologia all’Università di Bologna, Michela Marzano, filosofa, accademica, politica e saggista e Alberto Milazzo, musicista, drammaturgo e regista. Anche la cantautrice fiorentina Letizia Fuochi ha voluto inviare il suo messaggio interpretando un pezzo della canzone di Gaber, La libertà. Non potevano mancare il talento di Filippo Boni, giornalista, studioso del Novecento e degli anni di piombo, anche vice sindaco di Cavriglia, e Antonio Del Sorbo, artefice di romanzi ambientati proprio a San Giovanni Valdarno.
“Siamo felici e lusingati che alcuni tra gli autori più importanti e più letti in questo momento in Italia, abbiano voluto condividere insieme a noi la gioia per l’apertura della nuova biblioteca di San Giovanni Valdarno. Non ci aspettavamo una così grande partecipazione accompagnata da tanto entusiasmo – ha dichiarato il sindaco di San Giovanni Valentina Vadi -. Finalmente, sabato 19 giugno si apriranno le porte di quella che, nelle nostre attese, non sarà soltanto una biblioteca, ma avrà l’ambizione di diventare, con il tempo, una Casa della cultura, il cuore pulsante di tutta la nostra comunità, che ogni sangiovannese dovrà sentire come un luogo proprio, a cui appartenere, un luogo dell’anima”.
La Vadi ha voluto ringraziare personalmente Marco Malvaldi, Guido Tonelli, Michela Marzano, Gabriella Turnaturi, Nicola Lagioia, Wikipredro, Letizia Fuochi, Filippo Boni, Giuseppe Catozzella, Alberto Milazzo e Antonio del Sorbo e tutti gli altri autori che hanno aderito all’iniziativa e ha poi citato una frase della scrittrice americana Elizabeth Strout che lo scorso anno, in occasione dei 125 anni della biblioteca pubblica di New York, dichiarò in un video: ‘Se dovessi descrivere cosa significa una biblioteca per me userei poche parole: direi che questa è il cuore della comunità’.
“Con questo spirito – ha concluso il primo cittadino – abbiamo lavorato anche noi per dare ai sangiovannesi un luogo che fosse il cuore vivo della nostra comunità. L’auspicio è di esserci riusciti”.

Il videomessaggio di Marco Malvaldi

Marco Corsi
Direttore Responsabile