lunedì, Maggio 16, 2022

Il pellegrinaggio solidale di Gaetano, 37enne di Cavriglia. 570 km a piedi lungo la Francigena

L’ha ribattezzata “La mia Francigena”. E’ un progetto e una sfida personale quella di Gaetano Fresa, 37 anni. Abita a Vacchereccia, nel comune di Cavriglia e ha deciso di intraprendere, a piedi, un lungo viaggio. Il 28 maggio prossimo partirà infatti, in solitaria, per un pellegrinaggio personale di 570 km alternando tappe di walking e di running, con attività solidali e ambientali. “Correrò e camminerò lungo la Francigena toscana e laziale”, ha detto. La partenza è prevista a ridosso del Passo della Cisa, al confine tosco-emiliano. Attraverserà nove province con l’obiettivo di arrivare a Roma. Nel suo lungo percorso strade bianche e asfaltate, mulattiere, ciottoli e sterrati. In spalla uno zaino di 15 kg. Gaetano correrà con la canotta dell’Atletica Sangiovannese, partner di questa iniziativa e il suo sarà anche un progetto solidale. “Affiancherò la onlus toscana Dynamo Camp – ha spiegato – raccogliendo fondi per dare la possibilità ai bambini disabili di usufruire delle cure ricreative e delle attività offerte dall’associazione. Sosterrà poi la terapia ricreativa di Dynamo Camp, un campo, il primo in Italia, che ospita gratuitamente bambini e ragazzi affetti da patologie gravi o croniche”.
Ma quello di Gaetano sarà anche un viaggio “green”. “Il mio desiderio – ha sottolineato – è infatti quello di piantare o donare un albero nelle tappe del mio pellegrinaggio. Altri alberi saranno regalati, tramite piattaforme e partner, a coloro che mi seguiranno nel percorso. Inoltre, munito di buste e guanti, raccoglierò plastica e rifiuti, contribuendo ad un qualcosa che mi sta molto a cuore: tenere puliti i sentieri che calpestiamo”.
L’arrivo a Roma è previsto il 3 luglio. Tra le tappe intermedie Pontremoli, Camaiore, San Gimignano, la Val d’Orcia, Bolsena, Vetralla e Sutri. “Non sarà un viaggio economico e gratuito – ha concluso Gaetano -. Sono in cerca di sponsor e finanziatori. Tutte le spese saranno a mio carico e durante il pellegrinaggio avrò bisogno di ospitalità e ristoro e di collaborazione per la piantumazione degli alberi. C’è un sito apposito per avere tutte le informazioni, http://www.dreamandrun.com e ovviamente anche i canali social collegati.

La locandina dell’iniziativa da sfogliare

Marco Corsi
Direttore Responsabile