13 Giugno 2021 - 01:54

Serristori, i Cobas chiedono un incontro urgente con i Sindaci. “Le scelte aziendali non tengono conto dei reali bisogni della popolazione”

I Cobas dell’Azienda sanitaria toscana centro chiedono un incontro urgente con tutti i Sindaci per un confronto in merito alle scelte regionali e aziendali e relative al piano di programmazione per l’ospedale Serristori. Piano per il quale i Cobas avevano chiesto una modifica perché- si legge in una nota del sindacato- “si va nella direzione di un falso potenziamento, della riduzione di servizi, reparti e attività dell’offerta sanitaria. Poiché come sindacato COBAS P.I. della USL Toscana Centro ci risulta che ancora da parte dei Sindaci del Valdarno Fiorentino non sia stato sottoscritto ancora il piano presentato dall’Assessore Regionale alla sanità e gli stessi Sindaci non abbiano ancora condiviso con la Direzione Generale della USL Toscana Centro il piano di chiusura estiva, siamo dunque a richiedere- si legge nella nota sindacale- un incontro urgente con tutti i primi cittadini per discutere delle scelte aziendali che, a nostro parere, non tengono al centro i reali bisogni sanitari e di salute della popolazione, la tenuta del servizio sanitario territoriale e ospedaliero pubblico, le lunghe liste di attesa e la salvaguardia dei diritti dei lavoratori.“ Nel contempo I Cobas confermano lo stato di agitazione proclamato lo scorso mese di maggio.

Serena Paoletti
Redattrice