13 Giugno 2021 - 01:00

Castelfranco Piandiscò aderisce alla Newco. La lista civica: “decisione schizofrenica di Cacioli”

Nei giorni scorsi il consiglio comunale di Castelfranco Piandiscò, con i voti favorevoli di 7 consiglieri e il no di 5, ha detto si all’adesione alla nuova Newco legata a Publiacqua. Tra i contrari Marco Morbidelli, Orietta Gagliardi e Gianmarco Brunetti della lista civica, che hanno parlato di decisione “schizofrenica” del sindaco Cacioli, chiedendosi il motivo di questa scelta.
“Escluso un interesse per la nostra comunità, lo dicono i dati, le premesse, la stessa scelta della Holding che è una società di capitali studiata per fare profitti e che vorrebbe essere quotata in borsa – hanno aggiunto i civici – resta l’illusione di contare qualcosa con lo 0,405%. Deleghiamo a Firenze e Prato le nostre scelte. Se stare in ginocchio di fronte alla Signoria per Cacioli è un punto di arrivo, se ossequiare il Presidente della Regione Giani per Cacioli è uno stile di vita, purtroppo per noi, non avremo posti di rilevo tali da contare qualcosa.
Ma se per caso avessimo anche questo – hanno proseguito – non sarebbe un caso ma un calcolo e potremmo dire che Cacioli ha svenduto un’altra volta l’acqua pubblica per una seggiola. Non possiamo dimenticare comunque che coloro che nel 2004 concessero gratis la nostra acqua a Publiacqua, oggi si stracciano le vesti in pubblico per questa oscena scelta. A loro attribuiamo il peccato originale, ma anche quello successivo di aver cercato voti per l’attuale sindaco a Castelfranco, appena due anni fa. Abbiamo votato contro convintamente sostenendo le tesi del comitato acqua bene comune e l’esito del referendum del 2011”.