13 Giugno 2021 - 01:39

Domenica il 102° Derby del Valdarno. I numeri di una partita eccezionale

E’ un derby  incredibile!! Ci sono mille e mille motivi per giudicare del tutto eccezionale la sfida numero 102 tra i cugini, la 76° di campionato fra azzurri e rossoblù. Primo…la sua collocazione alla penultima giornata del torneo, fatto verificatosi in un altra sola occasione. Secondo… il derby nel mese di giugno che trova nella regolar season soltanto un lontanissimo precedente distante 78 anni. Terzo…il fatto che la partita più sentita possa per la prima volta sancire la vittoria del campionato da parte di una delle due formazioni, il che è un moltiplicatore di emozioni e di attesa fra i tifosi. Infine…il derby dimezzato con spettatori contingentati sugli spalti, la mancanza dei tifosi organizzati ed un clima verificabile solo domenica intorno alle ore 16, orario di inizio della gara.
Quando uscì il calendario 2020-21, si pensava realisticamente che questa partita potesse significare qualcosa in più soprattutto per la Sangio. Ed invece, la bellezza del calcio può sancire la promozione in terza serie del Monte protagonista di una stagione per molti versi inattesa, ma certo entusiasmante. La firma c’è e la mette Roberto Malotti, fiorentino, ex giocatore ed allenatore di entrambe le squadre e che può ripercorrere le orme del signese Silvano Grassi, del livornese Costanzo Balleri e del grossetano Piero Braglia, e cioè tre tecnici nella storia che sono riusciti a vincere almeno un campionato con una delle due squadre valdarnese, avendole allenate entrambe.
C’è poi da rimarcare, al di là della classifica, il perfetto equilibrio nelle 9 sfide giocate dal 2017 ad oggi fra campionato e coppa Italia, con 3 successi a testa e altrettanti risultati di parità. Ma vediamo il bilancio complessivo del 101 derbies precedenti, che tengono conto dei confronti disputati in campionato, coppa Italia, coppa Toscana e coppa Volpi, una challenge degli anni 30 del 900. Dopo il successo aquilotto dell’andata per 2-1 al Brilli Peri il bilancio si aggiorna adesso con:

36 vittorie e 111 reti per la Sangio
29 vittorie e 87 goals per il Monte
36 pareggi
75 i confronti giocati in campionato (serie C,C1,C2,serie D ,promozione) e qui sussiste una sostanziale parità con 23 vittorie a 22 per la Sangiovannese e 30 pareggi.

Nella città del Marzocco sono stati 50 gli incontri complessivi giocati prima al vecchio stadio Galli poi al comunale ora Virgilio Fedini, 36 quelli di solo campionato con 16 vittorie azzurre (ultima nella passata stagione con goal di Scoscini), 8 per gli ospiti (ultima per 2-0 nel torneo 2017-18) e 12 incontri finiti in parità. Il successo più largo ottenuto dal Montevarchi in “trasferta” è un clamoroso 6-0 della stagione 1953-54 con tre goals di Furiani, uno a testa per Alvoni, Bruschi e Cecchini, mentre in casa sangiovannese va ricordato il 5-0 del torneo 1948-49 con tre goals di Pier Domenico Donati, uno per Remo Bronzi e Rossano Boni .
Dicevamo dell’ unico precedente di campionato a Giugno: il 7 giugno 1942 in serie C, anche allora penultima giornata, i rossoblu superavano i rivali per 3 a 0 al Brilli Peri con i goals degli ex Boni e Lucaccini e di Bonciani. Ci sono poi stati altri due confronti nel sesto mese dell’anno ma relativi a gare di spareggio: Il 3 giugno 1945, 1-1 sul campo neutro di Santa Croce sull’Arno e 0-0 ad Arezzo il 20 giugno del 1979 per i grandi incontri finali per il passaggio in serie C1 che sorrise ai rossoblù di Balleri.
Marcatori: comandano con 5 reti a testa Passetti (Sangio) e Brandolini (Monte). Ravenni (S) e Poli (M) hanno disputato invece ben 17 incontri a testa, mentre sono stati nove i doppi tecnici e cioè Wolk, Compiani, Grassi, Magherini, Balleri, Caroni, Sorbi, Braglia e Malotti. Ma solo Braglia e Balleri hanno vissuto il derby sulle due sponde. Record di presenze per Francesco Petagna, 17 volte sulla panchina azzurra. 12 gli “eletti” che hanno giocato il derby con entrambe le casacche: Rossano Boni, Loretti, Lucaccini, Bindi, Curti, Pintossi, Biondi, Meucci, Bencini, Buttino, Rosseti e Migliorini . Il goal più rapido dell’azzurro Millesi in coppa nel 2001, 4 i marcatori andati a segno tre volte in una sola gara e cioè gli aquilotti Bacci e Furiani e gli azzurri Tampucci e Donati. In 94 anni di storia comune le due rivali hanno giocato 38 volte nello stesso campionato: 20 volte a 16 sono stati i rossoblù a precedere gli avversari in classifica e per due volte le squadre hanno chiuso in parità in classifica. Buon derby a tutti.