13 Giugno 2021 - 01:38

“Zoccole femministe di sinistra”. Il post sul caso Saman di Rossella Angiolini provoca una bufera di polemiche

I social ormai stanno diventando una cassa di risonanza dalle conseguenze imprevedibili e lo dimostra la bufera mediatica che si è scatenata dopo il post apparso sul profilo Facebook di Rossella Angiolini, aretina, avvocato matrimonialista, che nel 2019 è stata nominata presidente della commissione per la promozione delle pari opportunità dalla presidente della Provincia Silvia Chiassai Martini.
L’Angiolini, in riferimento al caso della giovane Saman, la ragazza pakistana di Novellara uccisa dai parenti, ha scritto testualmente: “Ma quelle zoccole di femministe di sinistra dove sono??”.
Apriti cielo. E’ successo il finimondo e c’è chi ha chiesto le sue dimissioni immediate da presidente dell’organismo a tutela della parità di genere. Come sempre avviene su Facebook, sono stati molti i commenti di sdegno, ma anche di appoggio all’Angiolini. Sulla stessa linea, invece, gli esponenti del centro sinistra. Eleonora Ducci consigliera provinciale e componente della commissione ha parlato di “episodio gravissimo e intollerabile” e ha chiesto le dimissioni o la sua rimozione da parte della presidente della provincia che l’ha nominata.
“Ho sempre considerato Rossella Angiolini una persona con un forte profilo istituzionale oltre che una qualificata avvocata impegnata nel diritto di famiglia e nei diritti delle donne – ha detto invece Francesco Ruscelli segretario provinciale Pd – questo mio convincimento si è scontrato con le parole che ho letto sul suo profilo Facebook e ancora di più con i commenti che incitano alla violenza che ne sono seguiti. Mi chiedo se questo linguaggio, gravemente sessista, possa essere utilizzato dalla presidente della commissione provinciale pari opportunità e soprattutto se una persona che utilizza questo linguaggio possa continuare a rivestire quel ruolo”.
Sulla vicenda è intervenuta anche “Arezzo in Azione”, che ha chiesto dimissioni immediate o un intervento di Chiassai Martini. E’ stato inoltre chiesto alle componenti la Commissione Provinciale Pari Opportunità di abbandonare immediatamente l’organismo nel caso non fosse preso alcun provvedimento.
Ma come riportato questa mattina sul quotidiano “La Nazione”, Rossella Angiolini non ha fatto alcuna retromarcia. ” “Le zoccole della destra sono molto più coerenti di quelle di sinistra. Questo è certo – ha concluso – . Ho un difetto, dico quello che penso. Non sono un’ipocrita e non fingo di essere buonista”.

Marco Corsi
Direttore Responsabile