2 Agosto 2021 - 08:25

Il Comune di Terranuova aderisce ad una nuova società di multiservizi. Critico Mario Ghezzi

“Una nuova società multiservizi, apparentemente pubblica, ma che già annuncia di volere raggiungere profitti entro
un anno, con una gestione di stampo privatistico e quotazione in borsa”. Questa la definizione della nuova società, cui ha aderito anche il comune di Terranuova, da parte del capogruppo del centro destra Mario Ghezzi, che ha parlato di “un nuovo grande carrozzone”. Secondo Ghezzi non si comprende quale possa essere l’utilità per un piccolo comune come quello valdarnese, vista la quota irrisoria di partecipazione agli utili, che saranno pressoché totalmente a favore dei grandi comuni come Firenze e Prato.
“Non vi sarà prevedibilmente una maggiore efficienza dei servizi, né una riduzione delle tariffe, come l’esperienza dell’acqua in mano ai privati ci insegna – ha aggiunto -. Rimane quindi ancor più incomprensibile come il Comune di Terranuova – unico insieme a quello di Castelfranco Pian di Scò fra tutti i Comuni del Valdarno – abbia optato per questa scelta che non è certo nell’interesse dei cittadini, che dovranno domandarsi in futuro come mai le tariffe aumentano”.