2 Agosto 2021 - 08:39

Terre della Tav a Cavriglia. I 5 Stelle faranno una richiesta di accesso agli atti

“Come possiamo vigilare sull’arrivo delle terre se veniamo quasi sempre tenuti all’oscuro delle manovre, apprendendo dalla stampa quello che dovremmo discutere semmai in commissione o in consiglio comunale?”. Lo hanno detto i rappresentanti del movimento 5 Stelle di Cavriglia in merito ai materiali da scavo dei lavori dell’alta velocità di Firenze che sono iniziati ad arrivare a Santa Barbara. “Una notizia – hanno aggiunto i pentastellati – che è stata accolta con soddisfazione dal presidente Giani e dai sindaci valdarnesi, tra cui capofila quello di Cavriglia. A noi tutto questo lascia molto perplessi, e ci domandiamo cosa ci sia da gioire nell’accogliere migliaia di tonnellate di terre che molto probabilmente dovranno essere portate in discarica e non saranno utili alle famose colline schermo sul lago di Castelnuovo”.
Il movimento ha annunciato che farà una richiesta d’atti per avere sia le analisi delle terre arrivate finora che il progetto di conferimento delle terre della stazione Foster.
“Chiederemo inoltre chi sarà incaricato a fare i controlli delle terre, se una ditta terza e autonoma, oppure la sola Arpat, che essendo ente statale, rischia, secondo noi, di cadere in conflitto d’interessi.
Tutte queste domande le faremo quanto prima sperando che ci sia collaborazione nell’interesse comune”.

Marco Corsi
Direttore Responsabile