19 Settembre 2021 - 00:05

Da lunedì al Centro Coop Fi di Montevarchi sarà possibile fare lo Spid

La tecnologia avanza e molti cittadini, in questi mesi, hanno attivato lo Spid, il sistema pubblico di identità digitale. Ma molti altri, soprattutto gli anziani, hanno difficoltà ad interfacciarsi con i nuovi strumenti informatici e Unicoop Firenze ha deciso di venire in aiuto, dando loro la possibilità di fare lo Spid direttamente all’interno del supermercato. Una possibilità, ovviamente, estesa a tutti coloro che non l’hanno ancora attivato. Da lunedì sarà possibile farlo, in Valdarno, al centro Coop Fi di via dell’Oleandro, a Montevarchi.
La procedura verrà effettuata in un’area dedicata del supermercato, dove un dipendente Coop, appositamente formato, supporterà il cittadino durante tutta la procedura. Nei primi otto giorni in cui il servizio è stato attivato nei negozi “pilota”, sono state 421 le identità digitali rilasciate, oltre ad un centinaio di procedure iniziate dai cittadini autonomamente, con i moduli scaricati a casa che verranno poi validati nei punti vendita per la conclusione dell’iter. Per poter usufruire del servizio basta prenotare al 800 050 760 (ogni giorno dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 18). Durante la prenotazione sarà possibile indicare il supermercato scelto e verrà comunicato un orario in cui presentarsi,  dal lunedì al sabato dalle 9 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19.
“I numeri registrati nei primi giorni del servizio nei punti vendita dove è partita la sperimentazione hanno evidenziato quanto sia forte la richiesta di un supporto per ottenere lo Spid. – hanno spiegato ad Unicoop Firenze annunciando l’estensione del servizio – : in questo modo saranno diverse centinaia in più i cittadini che potranno avere accesso all’identità digitale nei territori dove opera Unicoop Firenze. Lo Spid al Super nasce dalla convinzione che sia fondamentale fornire ai nostri soci e clienti un supporto nel percorso verso l’identità digitale, condizione indispensabile per la transizione digitale del Paese. Questo servizio è per noi espressione del nostro essere cooperativa, che mette al centro tutti i bisogni dei cittadini, in particolare di coloro che sono più fragili”.