19 Settembre 2021 - 00:36

In ritardo i lavori di ampliamento della scuola del Doccio a San Giovanni. Trovata soluzione temporanea per i ragazzi

I lavori sarebbero dovuti terminare il 28 giugno e la “nuova” ala della scuola inaugurata a settembre. In realtà il taglio del nastro ci sarà il prossimo mese di gennaio, dopo la pausa natalizia. Slittano i lavori di ampliamento della scuola del Doccio, nel quartiere Oltrarno di San Giovanni. Questa mattina, durante il consiglio comunale, l’assessore ai lavori pubblici Francesco Pellegrini ha fatto una comunicazione spiegando le ragioni dei ritardi e annunciando le soluzioni alternative.
Secondo i termini contrattuali, le opere sarebbero dovuto terminare entro il mese di giugno. “In questi mesi intercorsi dalla consegna dei lavori – ha spiegato Pellegrini – il Comune ha svolto la sua funzione di supervisione verificando un andamento in linea con la programmazione, seppur con un lieve ritardo sul cronoprogramma comunque gestibile entro giugno”.
Il mese scorso però la direzione dei lavori ha comunicato un problema nella fornitura delle strutture metalliche che ha causato un ulteriore ritardo di sei settimane. Il Comune di San Giovanni ha quindi convocato la ditta per verificare, da un lato l’esatta entità del rallentamento, e, dall’altro, la possibilità di comprimere le successive fasi di cantiere per recuperare, almeno in parte, il ritardo accumulato. “Purtroppo – ha aggiunto l’assessore – abbiamo constatato l’impossibilità, sia per la fase del cantiere in cui si sono verificati i problemi, sia per il ridotto periodo di tempo rimasto per la consegna dei lavori, di ultimare gli interventi in tempo utile per l’apertura del nuovo anno scolastico”.
A questo punto si è reso necessario trovare una soluzione temporanea che permettesse di recuperare adeguati spazi nella sede provvisoria della scuola Rosai Caiani fino alla pausa natalizia. La giunta Vadi ha informato la dirigente scolastica del plesso del Doccio, che a sua volta ha convocato una riunione con i genitori dei bambini iscritti al prossimo anno scolastico perchè fossero informati sullo stato delle cose. Incontro che si è tenuto il 28 luglio scorso. Con una sinergia tra scuola e Comune, è stata trovata e illustrata alle famiglie quella che è stata definita una soluzione provvisoria. Le risistemazioni degli spazi alla Rosai Caiani, che permetteranno di utilizzare una stanza di circa 40 metri quadri e anche aree esterne per i mesi autunnali. I lavori, da questo vista di vista, inizieranno già la prossima settimana.

“Siamo dispiaciuti e consapevoli dei disagi che questo ritardo potrà comportare alle famiglie del quartiere e, proprio per questo, il Comune si è impegnato a mantenere il servizio di navetta gratuito e recuperare nuovi spazi all’interno della scuola Rosai Caiani – ha sottolineato Pellegrini -. E’ stata nostra premura informare fin da subito sia la dirigente scolastica sia le maestre sia i genitori interessati. E ringrazio tutti per aver compreso il problema ed essersi mostrati disponibili a collaborare. Ci impegneremo, nei prossimi mesi, per poter garantire ai bambini la possibilità di usufruire, già da gennaio, della nuova scuola che sarà uno spazio sicuro e funzionale per la didattica, con nuove aule e spazi esterni riqualificati”.
I lavori alla scuola Doccio sono ripresi nelle scorse settimane e, ad oggi sono stati completati i lavori di montaggio della struttura principale e il posizionamento del solaio di piano terra mentre l’adeguamento del bagno disabili e la realizzazione delle tramezzature interne, anticipati nella fase di fermo del cantiere, dovrebbero concludersi entro la prossima settimana. La conclusione dei lavori è prevista fra il 30 settembre e il 15 ottobre. In seguito è calcolato un tempo di circa 45 giorni per i collaudi e le attività di trasloco delle attrezzature. L’edificio sarà quindi fruibile dopo la pausa natalizia e i ragazzi potranno iniziare il 2022 nella nuova scuola.

Marco Corsi
Direttore Responsabile