giovedì, Dicembre 9, 2021

San Giovanni. Da oggi sarà possibile richiedere i buoni spesa. Misura destinata a chi è in difficoltà economica

Misure a sostegno dei più fragili a San Giovanni, in particolari delle persone in difficoltà economica. Da oggi, infatti, potrà essere richiesta ai servizi sociali del Comune l’attivazione dei buoni spesa previsti dal progetto Asopova (Azioni di sostegno alla povertà in Valdarno) finanziato dal programma operativo regionale del fondo sociale europeo. Potranno accedere al beneficio tutti i cittadini residenti che si trovano in condizioni di fragilità economica a causa della situazione pandemica.
L’erogazione avverrà secondo una valutazione dell’assistente sociale, che prenderà in considerazione la condizione di indigenza o di necessità, la numerosità del nucleo famigliare e la presenza di minori, le situazioni di fragilità dovute all’assenza di reti familiari e di prossimità, le situazioni di marginalità e di particolare esclusione, la presenza di disabili in condizione di fragilità economica, la situazione di non occupazione con priorità per quelli non assegnatari di sostegno pubblico.
L’entità dei buoni spesa varia da un minimo di 80 euro per i nuclei familiari composti da una sola persona fino ad arrivare a 220 euro per quelli composti da 5 o più persone. La presenza di bambini fino a 3 anni di età fa aumentare il contributo di 40 euro.
Il buono spesa sarà erogato sulla base di una domanda e di un’autocertificazione secondo il modello scaricabile dal sito web del Comune di San Giovanni oppure richiesto al Punto Amico di via Rosai, nelle ore di apertura e dopo il colloquio telefonico con l’assistente sociale. Il buono potrà essere speso in qualunque esercizio commerciale alimentare che aderisce al programma.