19 Settembre 2021 - 00:54

Al via questa mattina la nona edizione della “Marzocchina”. 400 gli iscritti

Non si è mai fermata, nemmeno nel bel mezzo della pandemia ed è tornata anche quest’anno, più viva ed interessante che mai la “Marzocchina”, giunta alla sua nona edizione. La ciclostorica è partita questa mattina alle 9 da piazza Cavour a San Giovanni. Dopo l’inno di Mameli suonato e cantato dai “Ragazzi di Arnolfo”, il via ufficiale è arrivato dal presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, presente ai nastri di partenza insieme al sindaco Valentina Vadi e al presidente della Pro Loco Massimo Pellegrini e a Laura Cantini della Confcommercio cittadina. Importante il contributo, tra gli altri, di Enel. La grande novità dell’edizione 2021 è legata alla sinergia con uno degli eventi ciclistici più importanti del mondo. La Marzocchina, infatti, per la prima volta, è una delle manifestazioni “amiche” del Ciclo Club L’Eroica, la celebre competizione che si tiene a Gaiole. Due i tracciati pensati sia per i meno esperti sia per i più allenati, con partenza unica da piazza Masaccio a San Giovanni Valdarno, il “corto” da 21 chilometri e il “classico” da 55 chilometri. Lungo il percorso, straordinario, all’interno anche dell’area mineraria di Santa Barbara, sono stati dislocati le aree di ristoro. A fine gara a rifocillare i partecipanti il tradizionale stufato alla sangiovannese. Molti gli eventi collaterali a San Giovanni, tra cui una mostra alla Pieve di San Giovanni Battista a cura del Fotoclub Il Palazzaccio che resterà aperta fino a lunedì 20 settembre.

Ai nostri microfoni il presidente Eugenio Giani, il sindaco Valentina Vadi e Massimo Pellegrini della Pro Loco

Lapo Verniani
Redattore