19 Settembre 2021 - 00:23

Furti a Montevarchi e Terranuova. Identificati e denunciati gli autori

Identificati e denunciati gli autori di due furti in Valdarno, che sono stati deferiti. I Carabinieri della Stazione di Montevarchi hanno denunciato a piede libero un uomo che, questa estate, in due differenti circostanze, l’ultima a fine agosto, si era introdotto in un negozio del centro, provando a rubare scarpe di pregio. I colleghi della Stazione di Terranuova Bracciolini, da parte loro, hanno invece chiuso il cerchio su una donna accusata di aver rubato prodotti medicali all’interno di farmacie.
Indagini-lampo, rese possibili grazie allo sforzo dei Carabinieri, alla loro conoscenza del territorio e delle dinamiche delinquenziali che lo attraversano e alla fondamentale collaborazione dei cittadini onesti. Nel primo caso i militari si sono mossi dopo la denuncia di un commerciante montevarchino, ormai esasperato dai continui “raid” del ladro – poi risultato essere sempre la stessa persona – di volta in volta messo in fuga dai commessi del negozio.
Le indagini sono partite con i rilievi effettuati all’interno del locale. Poi, grazie alle dichiarazioni dei testimoni e alle immagini riprese dal circuito di videosorveglianza, c’è stata la svolta e il quadro è apparso estremamente chiaro: un soggetto di sesso maschile, arrivato a piedi in prossimità del negozio, dopo un brevissimo sopralluogo ha fatto ingresso nel punto vendita. Noncurante della presenza di altre persone che si trovavano nei pressi del locale, in pieno centro, ha cercato di approfittare di un momento di distrazione del commesso per appropriarsi delle tanto agognate scarpe. Salvo poi essere scoperto e costretto a darsi ad una precipitosa fuga a piedi. La ricostruzione investigativa dei Carabinieri di Montevarchi ha consentito di appurare che, in tutti i casi, il soggetto coinvolto era lo stesso. Medesimo il modus operandi (col malfattore che cercava di distogliere l’attenzione dei titolari con domande pretestuose), medesima la descrizione. E proprio le testimonianze e la visione delle immagini delle telecamere hanno rappresentato elementi decisivi all’identificazione dell’uomo, pregiudicato, denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Arezzo per tentato furto aggravato.
A Terranuova invece i militari della locale stazione sono intervenuti su un furto di prodotti medicali commesso all’interno di una farmacia. Nonostante il danno fosse di poche decine di euro, dal punto di vista psicologico erano stati momenti difficili per il personale della farmacia, che già in due occasioni aveva ricevuto la “sgradita visita” da parte della donna poi risultata responsabile dei furti. L’ultimo risale agli ultimi giorni di agosto. Anche in questo caso sono risultate risolutive le dichiarazioni dei testimoni, e le immagini riprese dal circuito di videosorveglianza, che hanno consentito di ricavare l’effige fotografica della donna, intenta a trafugare alcuni prodotti dagli scaffali del punto farmaceutico.
Ricevuta la denuncia, i Carabinieri hanno ipotizzato che la donna potesse provare a prendere nuovamente di mira una farmacia del territorio. Nei loro servizi di perlustrazione hanno quindi prestato particolare attenzione proprio a questa tipologia di punto vendita. Nel giro di due settimane, l’intuizione si è rivelata giusta. Ieri, infatti, la donna è stata vista entrare proprio in una farmacia. A quel punto, è scattato l’intervento degli uomini in divisa, che hanno identificato la ladra, residente in provincia di Lucca, già gravata da svariati analoghi precedenti penali e di polizia per reati predatori. La donna è quindi stata deferita in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Arezzo per furto aggravato di articoli commerciali medicali esposti alla pubblica fede.