venerdì, Ottobre 22, 2021

Figline Incisa, donazione della UILM dal fondo degli ex lavoratori Bekaert al Calcit Valdarno Fiorentino

Restituire alla comunità quello che è stato donato durante la lotta per il salvataggio dei posti di lavoro dellex Bekaert di Figline. La UILM Firenze e Arezzo ha effettuato una donazione di una parte del fondo di solidarietà dei lavoratori al Calcit Valdarno Fiorentino. Lo scopo è quello di supportare le attività gestite dall’associazione figlinese. Alla cerimonia di consegna del contributo, tenutasi lunedì 4 ottobre, hanno partecipato i rappresentati del sindacato e della Onlus.Davide Materazzi, segretario della UILM, nel suo intervento ha parlato anche della situazione attuale degli ex operai Bekaert e della volontà di trovare delle soluzioni.Ci sono dei dialoghi aperti con Confindustria Firenze per trovare dei collegamenti con qualche azienda che abbia la necessità di assumere. Lintento è che queste imprese possano attingere dal bacino dei lavoratori ex Bekaert. “Come UILM- ha detto Materazzi- non ci dimentichiamo che ci sono ancora operai in attesa di ricollocazione. Chiediamo alle istituzioni un ulteriore sforzo per far sì che queste persone possano tornare a lavorare.

Gratitudine è stata espressa di Mario Bonaccini, vice presidente del Calcit Valdarno Fiorentino: Gli amici della UILM hanno voluto donare al Calcit un assegno molto importante. Un assegno che ci aiuterà ad andare avanti nella nostra lotta. Ma non solo, cercheremo di utilizzare questo contributo anche per altre nostre attività. Specialmente una, pensata nellultimo periodo considerando anche limmobilismo dellASL Toscana Centro per la ripartenza del nosocomio figlinese. Stiamo pensando di aprire in zona un nostro ambulatorio per garantire a tutti il diritto alla salute, sicuramente questi soldi serviranno per attrezzare al meglio la struttura”.

Serena Paoletti
Redattrice