venerdì, Ottobre 22, 2021

La Beltrame all’edizione 2021 di “Made in Steel” a Milano. L’anno è partito bene

“Dopo un 2020 pesantemente impattato dall’effetto Covid, l’anno in corso è invece partito bene, la struttura finanziaria è solida, i dati del 2021 registrano un trend in crescita per il primo semestre, con un incremento del +14% dei volumi rispetto al 2019, e una redditività a doppia cifra. Guardiamo al futuro con fiducia: le prospettive sono buone e possiamo contare su know-how, attenzione al servizio e sinergie virtuose con i nostri stakeholder”. Lo ha detto Raffaele Ruella, Cfo del gruppo Beltrame, che ha uno stabilimento importante anche a San Giovanni, a margine della nona edizione di Made in Steel, la Conference & Exhibition del Sud Europa dedicata alla filiera dell’acciaio, in calendario dal 5 ottobre al 7 ottobre a Milano. Il gruppo siderurgico internazionale ha deciso di spingere l’acceleratore sul tema della sostenibilità, per un approccio strategico che crea valore a lungo termine. Tra le azioni introdotte, la pubblicazione del primo bilancio di sostenibilità, un report dettagliato dove sono presentate le principali azioni legate al miglioramento costante della performance non soltanto in ambito ambientale, ma anche sociale ed economico. Nel 2021 il focus sarà su economia circolare, a partire dal ciclo produttivo realizzato nei siti dell’azienda, per continuare con il riciclo dei prodotti in acciaio a fine vita, per arrivare a quello del recupero dei sottoprodotti di lavorazione, che vengono prioritariamente riutilizzati in ulteriori cicli industriali e opere infrastrutturali.

Marco Corsi
Direttore Responsabile