venerdì, Ottobre 22, 2021

L’Isis Valdarno partecipa alla “Maker Faire Rome 2021”. Se ne è occupata anche Radio Rai

Studenti e studentesse dell’indirizzo moda dell’Isis Valdarno di San Giovanni partecipano alla “Maker Faire Rome 2021”, manifestazione dedicata a maker e innovatori, iniziata ieri nella capitale. Anche se in forma virtuale, i ragazzi prendono parte ad un evento europeo dedicato alla scienza, tecnologia e innovazione e lo fanno con un progetto che unisce alta moda e rispetto dell’ambiente dal titolo “ECO – La sostenibilità da indossare”. Tra i pezzi presentati dall’indirizzo moda, ad esempio, eleganti abiti da sera realizzati con materiali di scarto e borse create con la buccia delle mele.
“I nostri ragazzi e ragazze hanno creato abiti, gonne, giacche e accessori interamente realizzati con fibre bio-based o filati 100% secon life, in una visione etica di economia circolare che coinvolge sia il prodotto che il consumatore e  mantiene i valori di bellezza, creatività e originalità, simbolo del Made in Italy – hanno spiegato all’Istituto Superiore Valdarno -. Il lavoro di ricerca e di realizzazione si è svolto attraverso un’analisi attenta delle nuove prospettive del settore tessile nel campo della sostenibilità. Gli outfit sono stati realizzati con materiali certificati: cotone- bio, fibre rinnovabili e proteiche e fibre naturali come l’ortica-ramiè; per la realizzazione degli accessori sono stati utilizzati materiali 100% second life”.
L’esperienza dell’Isis Valdarno è stata raccontata anche da Radio Rai 1 in un podcast dedicato al progetto e disponibile da oggi collegandosi a questo link.
La classe coinvolta è la quarta dell’indirizzo moda professionale “Industria e Artigianato per il Made in Italy”, che ha sviluppato il progetto con il supporto dei docenti delle materie tecnico-professionali, approfondendo i temi sulla sostenibilità con ricerche e documentari. Gli studenti sono stati supportati nelle realizzazioni dai professori  Chialli Frangipani Silvia, D’Ammassa Sebastiano e Teoli Valentina.
Il progetto ha consentito di sensibilizzare gli studenti verso i temi della sostenibilità e del rispetto ambientale, attraverso l’applicazione in contesto reale e lavorativo delle teorie di riuso e riciclo. Dietro la realizzazione di ogni abito è stato infatti effettuata una lunga ricerca sui materiali utilizzati e i vari processi di produzione; sono stati considerati fattori come impatto ambientale, caratteristiche delle fibre bio-baset per la salute e i modelli di produzione etica.