venerdì, Ottobre 22, 2021

La piccola Thalia tra due mesi sarà di nuovo in America

Tra poco più di due mesi Thalia, la bambina di Terranuova affetta da una grave malformazione alla tibia, tornerà in America per un nuovo intervento chirurgico e si moltiplicano le iniziative, anche economiche, a sostegno della famiglia. I costi della trasferta, infatti, sono molto ingenti e in questi anni il Valdarno si è mobilitato per la bambina di Campogialli, che sta bene e dopo le prime operazioni negli States ha fatto grandi progressi. “Partiremo per la Florida a metà dicembre – ha detto mamma Valeria – e il 16 Thalia entrerà di nuovo in sala operatoria al Paley Institute per mettere questa volta un doppio fissatore esterno su femore e perone che terrà per circa 6 mesi, durante i quali allungheremo entrambe le ossa. La speranza e l’obiettivo è di poter arrivare ad allungare tutti e 10 i cm di dismetria”. Nel frattempo, ieri, la piccola e i familiari erano presenti al mercatino a Terranuova Bracciolini in via San Tito. Thalia nel frattempo è tornata a scuola, circondata dall’affetto delle maestre e dei compagni. Ha 4 anni e una vita intera davanti a se. Non ha mai perso il sorriso, come ha ricordato la madre. “Quanti tutori in un anno e mezzo – ha detto facendo vedere un ritratto sorridente della sua bambina -. C’è chi in queste foto vede una bambina sorridente con i suoi tutori in mano. Io ci vedo tutto il percorso in salita per arrivare a poterli indossare; ci vedo quella stessa bambina che a due anni gattonava con una voglia matta di alzarsi in piedi; ci vedo i sorrisi ma anche i pianti, le preoccupazioni, i ricoveri, il fissatore esterno, la fisioterapia in America e in Italia; le ore infinite di attesa per visite e appuntamenti, i km fatti, tutta la parte burocratica che ti fa diventare matta. Ma soprattutto ci vedo tutta la voglia e la volontà di imparare a camminare con questi tutori nonostante le milioni di difficoltà”.

Marco Corsi
Direttore Responsabile