lunedì, Maggio 16, 2022

Foto trappole e ispettori ambientali. A Terranuova prosegue il contrasto alle cattive abitudini

A Terranuova Bracciolini proseguono le azioni dell’amministrazione per contrastare l’abbandono dei rifiuti in strada. Un fenomeno che non riguarda solo la cittadina valdarnese, e per il quale sono necessarie non solo operazioni di prevenzione, ma anche di repressione, grazie al supporto della videosorveglianza tramite foto trappole, con cui è possibile individuare i trasgressori. “Abbiamo attivato da tempo questo servizio – ha detto il sindaco, Sergio Chienni – per monitorare i comportamenti non appropriati nel conferimento dei rifiuti da parte di cittadini e imprese. Grazie alla collaborazione con la polizia municipale è possibile individuare quelli che non rispettano le regole e che sono responsabili di azioni che intaccano il benessere della collettività. Il servizio opzionale in collaborazione con Sei Toscana – ha aggiunto il primo cittadino di Terranuova – è attivo in prossimità dei punti di raccolta stradale ritenuti maggiormente sensibili all’abbandono di rifiuti, per disincentivare comportamenti illeciti”. Le zone interessate dall’installazione delle fototrappole sono anche oggetto di monitoraggio da parte degli ispettori ambientali, con lo scopo di supportare i cittadini per un corretto conferimento e con l’obiettivo di contrastare il degrado urbano. In questa direzione vanno proprio le nuove strumentazioni utilizzate dal gestore dei rifiuti, sempre più capaci di rilevare, anche e soprattutto in orario notturno, i comportamenti scorretti sia in città che nelle zone più periferiche. Insomma, un piano d’azione a 360° per limitare un problema di non poco conto, che impatta anche sulla qualità della vita. Disincentivare queste forme di abbandono dei rifiuti è quindi decisamente importante, anche con azioni repressive e multe salate.

Il sindaco Sergio Chienni ai nostri microfoni

Serena Paoletti
Redattrice