giovedì, Dicembre 9, 2021

Il Pd di San Giovanni:” Se il Centrosinistra riparte dalle persone torna competitivo”

Anche se non ha toccato direttamente il territorio sangiovannese il Pd cittadino è ripartito e dopo la cena con oltre cento partecipanti di fine ottobre ha svolto anche un’assemblea politica per confrontarsi sull’esito delle elezioni amministrative che hanno mandato alle urne circa il 40 per cento dell’elettorato italiano e che ha visto soprattutto nelle grandi città una netta vittoria del centrosinistra guidato ovunque dal Partito Democratico. “Il nostro giudizio in merito a quanto accaduto nelle ultime consultazioni ed il bilancio che possiamo trarne non possono che scaturire da una profonda riflessione: infatti ci sono stati dei dati che possiamo definire solo molto incoraggianti, come le nette vittorie alle amministrative a Roma, Milano, Napoli, Torino e Bologna e la doppia affermazione di Letta e Casu nelle elezioni suppletive. Ma è impossibile tacere di altri dati di segno nettamente opposto, come l’astensionismo giunto a dimensioni davvero impressionanti a livello nazionale ed il nuovo risultato deludente del centro sinistra nelle elezioni amministrative tenutesi in Comuni importanti della nostra Provincia come Montevarchi, Anghiari e Sansepolcro.
In un quadro in cui elementi di soddisfazione per ciò che è stato messo in campo di interessante e di propositivo si mescolano ad un senso di smarrimento ed alla perplessità, dobbiamo riflettere con lucidità e onestà intellettuale sul perché i cittadini continuino a manifestare la propria lontananza dalla politica e dai suoi riti.” La segretria sangiovannese va poi nel dettaglio sull’elezione di Letta:” Il risultato positivo del segretario nel suo collegio Siena – Arezzo  va ascritto probabilmente in gran parte al taglio fortemente partecipativo di una campagna elettorale improntata alla presenza costante del candidato sul territorio, al confronto diretto con la gente cui si è reso disponibile, alla prossimità con le persone, alla rinascita di un piacere palpabile di mobilitarsi intorno ad un progetto di nuovo coinvolgente”. Un modello tra l’altro che ha portato molto bene al Centrosinistra già due anni fa proprio nelle elezioni sangiovannesi:”Lo stesso taglio che un paio di anni fa ha infatti consentito a San Giovanni di vedere confermata una amministrazione di Centro Sinistra alla guida del paese, unico centro sopra i quindicimila abitanti nella Provincia di Arezzo. Se oggi la nostra città è governata da un’ottima amministrazione guidata dal Sindaco Valentina Vadi dopo le elezioni della primavera del 2019 – ha aggiunto il Pd – , le cause di quel successo vanno ricercate in primis nel progetto di profondo rinnovamento che fu alla base della sua elezione, nel coinvolgimento e nella mobilitazione di tanti ragazzi, nella creazione di una vasta comunità di persone di nuovo appassionate semplicemente alla cittadinanza e che si identificavano nei valori fondanti del centro sinistra ma senza vincoli di appartenenza, ceto sociale, età anagrafica”.  “Quel progetto – ha concluso il Partito Democratico –  è ancora oggi modernissimo e attuale, come tutte le buone idee che sono esito di intelligenza, onestà, passione e lungimiranza: è futuro ed attualità al tempo stesso, esattamente come dice il nostro Presidente della Repubblica Sergio Mattarella quando, in occasione del decimo anniversario di “Giovani sì” , afferma che “I giovani sono il presente, non solo il nostro futuro”.