giovedì, Dicembre 9, 2021

San Giovanni celebra uno dei più grandi matematici di tutti i tempi, Fibonacci

San Giovanni Valdarno celebra con una serie di eventi Leonardo Pisano, detto Fibonacci, considerato uno di più grandi matematici di tutti i tempi. E lo fa con una settimana di iniziative tra conferenze, concerti e mostre. Pisano, insieme ad altri, contribuì alla rinascita delle scienze esatte dopo la decadenza dell’età tardo-antica e dell’Alto Medioevo. Fu tra gli artefici dell’unione tra la “classica” geometria euclidea di origine greca e gli strumenti di calcolo elaborati dalla scienza araba, costruendo un linguaggio universale (quello della scienza matematica) capace di superare i confini territoriali e le differenze tra i popoli e parlare a tutti gli studiosi.
A 850 anni circa dalla sua nascita, l’Associazione LiberArte con la collaborazione del Comune di San Giovanni Valdarno e l’Università di Pisa, ha deciso quindi di dedicare una settimana alla figura del grande matematico pisano promuovendone vita e opere.
Il programma di iniziative prevede tre conferenze di esperti che si svolgeranno al Centro di GeoTecnologie di San Giovanni Valdarno, il concerto della celebre pianista Mariangela Vacatello alla Pieve di San Giovanni Battista e una mostra di disegni interattivi tratti dal libro scritto e illustrato da Claudia Flandoli “Il libro di Leonardo” che sarà inaugurata sabato 20 novembre e resterà visibile fino al 27 novembre. Il progetto è stato realizzato grazie all’intervento del professor Fabio Gadducci, nato e cresciuto a San Giovanni Valdarno ora docente all’università di Pisa, direttore del Museo degli Strumenti per il Calcolo di Pisa e presidente del Gruppo di Informatica.
“Nel celebrare la figura di Fibonacci, che si rivolge a tutti nel linguaggio universale della matematica, si conferma la necessità di diffondere, quanto più possibile, la cultura scientifica, che suscita il desiderio di conoscere la vera natura delle cose per poter effettuare scelte consapevoli – hanno detto Giuliana Simonti e Antonella Morali, coordinatrici del progetto -. Le iniziative prenderanno il via sabato prossimo alle 16,45 al Centro di GeoTecnologie: dopo i saluti istituzionali e la presentazione del programma di eventi, alle 17,30 il professor Marco Abate dell’Università di Pisa terrà l’intervento su “Il girasole di Fibonacci”, moderato dal professor Fabio Gadducci”.
Nell’occasione sarà inaugurata anche la mostra di disegni interattivi che resterà aperta tutti i giorni, dal lunedì al sabato dalle 9 alle 12,30 per gli studenti delle scuole del territorio e dalle 16 alle 18 per tutti i cittadini interessati.
Martedì 23 novembre, alla Pieve di San Giovanni Battista, nell’ambito della XVI edizione del Festival di Musica Classica – Città di San Giovanni Valdarno, organizzata dall’Accademia Musicale Valdarnese ,con il patrocinio del Comune di San Giovanni Valdarno, si svolgerà invece il concerto della celebre pianista Mariangela Vacatello, musicista che ha aperto il festival “Milano Musica” al Teatro alla Scala.
Giovedì 25 novembre alle 17 al Cgt il professor Sergio Giudici dell’Università di Pisa parlerà di “Fibonacci e la musica”, insieme al professor Lorenzo Pierazzi, dirigente scolastico dell’Isis Valdarno.
Infine venerdì 26 novembre, sempre alle 17 al Centro di Geotecnologie, il professor Giuseppe Conti dell’Università di Firenze farà un intervento sul tema “Passeggiando attraverso l’arte in compagnia di Fibonacci”. Modererà l’incontro il professor Francesco Simoni docente di Arte e Immagine alla scuola Media Marconi.
“Fibonacci – hanno spiegato l’assessore alla cultura Fabio Franchi e l’assessore all’istruzione e alle politiche sociali Nadia Garuglieri – non fu solo un grande matematico, ma anche un viaggiatore che, grazie ai suoi contatti con il mondo arabo, introdusse elementi culturali di enorme importanza che hanno cambiato la cultura dell’Europa e del mondo occidentale. Coniugando la geometria euclidea della tradizione classica con gli strumenti di calcolo elaborati dalla scienza araba, ha formulato, attraverso la matematica, un linguaggio universale, capace di superare le divisioni, le frontiere tra i popoli e i Paesi. Per questo – hanno aggiunto – siamo orgogliosi di partecipare, come Comune, ad un programma di eventi ricco e interessante che renderà omaggio alla poliedrica figura di Leonardo Pisano esplorando la sua influenza sui vari campi del sapere, e non solo sulla matematica, e la sua importanza per il mondo della cultura tutto”.
In ottemperanza alle disposizioni governative, i cittadini di età superiore ai 12 anni, sprovvisti di specifica esenzione medica, dovranno presentare il Green pass in formato digitale o cartaceo per partecipare alle varie iniziative in programma.