giovedì, Dicembre 9, 2021

Montevarchi. Il 28 novembre torna la Festa della Toscana

Montevarchi sarà anche quest’anno una delle “capitali” regionali della Festa della Toscana, che il 28 novembre prossimo si celebrerà all’insegna della rappresentazione dell’identità e della storia del territorio con la parata dei gruppi storici della provincia di Arezzo. L’iniziativa, come noto, intende ricordare l’abolizione della pena di morte nel 1786 a opera del Granduca Leopoldo di Toscana.
Previsto il coinvolgimento di diversi gruppi storici provenienti da varie parti della provincia di Arezzo con il raduno di centinaia di figuranti che trasformeranno per alcune ore il centro storico in un antico borgo medioevale.
Alle ore 9 i gruppi e le associazioni storiche saranno ricevute nella palestra della scuola Magiotti.
Poi si muoveranno verso il centro storico per confluire, intorno alle 10 in piazza Vittorio Veneto e in piazza dello Sferisterio. Da qui si darà inizio all’esibizione e dimostrazione del tiro con l’arco medioevale.
Alle ore 11 la manifestazione si sposterà in piazza Varchi per il saluto e la presentazione dei gruppi storici partecipanti. A seguire si terranno brevi esibizioni e la disfida tra tamburini che si concluderà con la proclamazione del gruppo più performante.
Alle ore 13 in piazza Veneto l’Associazione Centro Rievocazione Storica offrirà a tutti i partecipanti in costume della Parata il pranzo che riporterà sulla tavola le pietanze e i cibi della tradizione culinaria medioevale.
Sempre piazza Vittorio Veneto alle ore 15 offrirà la scena a un gara di abilità che vedrà disputare gli arcieri che si contenderanno il titolo di miglior arciere della manifestazione. Sempre nel pomeriggio l’ attesa parata storica che avrà inizio alle ore 16.30 e che sfilerà lungo le vie del centro storico di Montevarchi su un percorso che interesserà via Roma, via Mochi, via Marzia, via Cennano. La parata arriverà in piazza Varchi intorno alle ore 17.45 per il saluto delle autorità cittadine.

Marco Corsi
Direttore Responsabile