giovedì, Dicembre 9, 2021

Carabinieri in azione la notte scorsa in Valdarno. 100 persone e 5 locali controllati

Maxi controlli nella notte tra sabato e domenica nel territorio del fondovalle valdarnese, con gli uomini della compagnia carabinieri di San Giovanni Valdarno che hanno posto le loro attenzioni soprattutto sulla città di Masaccio e su Terranuova Bracciolini. Controllate oltre 100 persone e cinque locali della movida valdarnese. Due i denunciati per guida in stato di ebbrezza. Un servizio di controllo legato al rispetto della normativa Covid e alla prevenzione e contrasto dei reati predatori, in particolare droga e abuso di alcool. I militari hanno lavorato fino all’alba con cinque pattuglie. Nella prima serata attenzioni maggiori sul centro di San Giovanni Valdarno. Poi i controlli si sono spostati sulle zone della movida di Terranuova Bracciolini. Sono stati ispezionati i locali più in voga, per controllare che fosse garantito il rispetto delle regole sul distanziamento, l’uso delle mascherine e il Green Pass, oltre che il divieto di vendita di bevande alcoliche ai minorenni. I carabinieri, suddivisi in due squadre per poter effettuare un controllo più capillare, hanno constatato che tutto si stava svolgendo in maniera sostanzialmente ordinata, senza eccessi o abusi. Cinque i locali controllati, tra San Giovanni Valdarno e Terranuova Bracciolini, con circa 70 persone che sono state sottoposte, a campione, a controlli del Green Pass.
Sono state inoltre effettuate una serie di verifiche su strada, che hanno portato al controllo di decine di autovetture, e all’identificazione degli occupanti. In tutto, sono stati fermati 35 veicoli e 68 soggetti, 4 dei quali sottoposti a perquisizione personale. Il risultato è stata la segnalazione di due minori alla Prefettura di Arezzo per l’uso personale di sostanze stupefacenti, nel caso specifico hashish.
Sono inoltre state presidiate le vie di deflusso dai locali maggiormente frequentati, ed a più elevato tasso alcolico per verificare che nessuno si fosse messo alla guida dopo aver bevuto qualche bicchiere di troppo. Due le persone deferite in stato di libertà. Una donna di circa 50 anni, sottoposta a controllo, presentava una sintomatologia che lasciava presupporre che potesse aver assunto sostanze alcoliche e/o stupefacenti: alito fortemente vinoso, occhi lucidi, linguaggio sconnesso. Invitata dai militari ad effettuare gli accertamenti del caso, prima ha acconsentito, salvo poi cambiare repentinamente idea e rifiutarsi di sottoporsi agli esami. È stata quindi denunciata. Un giovane, invece, è stato sottoposto al test etilometrico poichè era rimasto coinvolto in un incidente. Incidente che, per fortuna, non aveva coinvolto altre persone. Il ragazzo aveva infatti perso il controllo dell’autovettura, un imponente suv di proprietà di uno dei genitori, mentre si trovava a Terranuova Bracciolini, andando a finire fuori strada e danneggiando irrimediabilmente l’autovettura. Non ha riportato conseguenze fisiche gravi. Il test etilometrico ha rilevato però un tasso alcolemico nel sangue pari a 2,29 g/l, ben superiore ai limiti consentiti. È stato deferito e gli è stata ritirata la patente di guida.
L’attività di controllo straordinario del territorio continuerà e sarà intensificata anche nei prossimi fine settimana in tutta la provincia di Arezzo.