giovedì, Dicembre 9, 2021

Serristori. Fratelli d’Italia: “Presa di posizione tardiva quella di Mugnai e Martini”

“La Sindaca e l’Assessore alla Sanità Martini certificano la loro inadeguatezza politica tornando nuovamente “a mani vuote“ dopo l’ennesima riunione con la Asl”. Questo l’attacco di Fratelli d’Italia alla giunta di Figline Incisa alla luce delle ultime vicende legate al Serristori e all’insoddisfazione manifestata a seguito dell’incontro con la Asl. Enrico Venturi, Valentina Tranmbusti e Giorgia Arcamone hanno definito “tardiva” la presa di posizione politica di Mugnai e Martini, oltreché “inaccettabile e non credibile”, dato che il pronto soccorso è chiuso da un anno.
“Inaccettabile – hanno detto – perché si continua a puntare il dito contro l’Asl quando questa attua precise scelte politiche decise dall’assessore regionale alla Sanità Bezzini, che propose proprio il declassamento da Pronto Soccorso a Punto di Primo soccorso. Declassamento che la Sindaca giudicò come una “importante apertura”, tanto che gli ex raspiniani dovettero pregarla di non firmare i nuovi accordi di rilancio del Serristori dove era previsto”.
Fratelli d’Italia ha poi ricordato che quando il capogruppo in consiglio comunale di FdI Giorgia Arcamone presentó la mozione per chiedere di non firmare la trasformazione del Pronto Soccorso, il Pd, Azione, Italia in Comune e la stessa Sindaca votarono contro. “In ogni caso, comunque, anche del Punto di Primo Soccorso promesso per inizio ottobre non vi è stata traccia – ha concluso Fratelli d’Italia -. Vogliamo poi ricordare che nei fondi del Pnnr non c’è un soldo destinato al Serristori, a differenza di quanto dichiarato dalla Sindaca nei mesi estivi, mentre questi sono invece destinati per una Casa della Salute. Quindi, finalmente, il Pd, grazie ad Azione e Italia in Comune sono riusciti a terminare il progetto di smantellamento del Serristori iniziato ormai 25 anni fa”.