lunedì, Maggio 16, 2022

Aquila, sconfitta immeritata a Gubbio. Polemiche per il “rosso” diretto ad Amatucci

Nel finale l’Aquila cade a Gubbio (1 a 0) ma recrimina per un risultato immeritato e per alcune scelte discutibili della terna arbitrale. Su tutte, ma non solo, l’espulsione diretta del capitano montevarchino Francesco Amatucci, provvedimento apparso onestamente eccessivo.

Il racconto del match
Penultimo incontro dell’anno solare 2021 e ultimo del girone d’andata. Al “Barbetti”, dove non ha mai vinto, il Montevarchi si presenta senza lo squalificato Mercati (torna Bassano con Carpani che sbriga i compiti dell’ex Sassuolo appiedato dal giudice sportivo) e privo degli infortunati Biagi, Casiello e Martorelli e dell’influenzato Poggesi.  Tra i padroni di casa, Torrente rilancia dall’inizio Bonini e Migliorini. Manca tra i lupetti lo squalificato Signorini perno della retroguardia. Si gioca nello stadio che sorge ai piedi del Monte Ingino dove brilla l’albero di Natale più grande del mondo.

Le azioni salienti
2′ Conclusione di destro dal limite di Carpani alta non di molto.
13’Giusti sbroglia facendo sua la palla dopo un batti e ribatti in area.
15′ Occasionissima Aquila. Gambale colpisce la traversa imbeccato da Jallow.
22′ Si svegliano gli eugubini e Giusti neutralizza la girata di Spalluto.
23′ Migliorini spreca un’ottima chance sotto misura.
26′ Proteste umbre per una presunta trattenuta in area di Lischi ma Nicolini fa proseguire.
43′ Dutu in avanscoperta è anticipato in corner da Ghidotti. Sugli sviluppi il tiro – cross di Barranca termina fuori di poco.
Ripresa
50′ Cittadino incorna a fil di montante un traversone da destra.
59′ Svolta del match. L’arbitro considera da rosso diretto il contrasto tra Amatucci e Arena. Montevarchi in dieci. Decisione a dir poco severa del fischietto bresciano che sciupa una gara correttissima e fino a quel momento senza neanche un ammonito.
64′ Aquila penalizzata ancora, stavolta dall’assistente di linea che ravvisa un fuorigioco di Barranca lanciato a rete da Achy e steso da un difensore con un fallo da ultimo uomo. Proteste vibranti di Malotti, ammonito, e dei tifosi valdarnesi in tribuna.
67′ Spalluto di testa sfiora il vantaggio.
72′ Gol – partita del Gubbio. Arena chiude con un sinistro imparabile l’uno – due con il nuovo entrato D’Amico. Aquilotti puniti oltre i loro demeriti. E mercoledì alle 18, a Pontedera e in diretta anche su Sky, la sfida da brividi con la Reggiana che ha inflitto un pesante 5 a 0 al Teramo.

Il tabellino
GUBBIO 1910 (4-3-3): Ghidotti, Oukhadda, Migliorini, Redolfi, Bonini (69′ D’Amico), Malaccari (83′ Formiconi), Cittadino, Bulevardi, Arena (87′ Mangni), Spalluto (88′ Saint Maza), Sarao. A disposizione: Elisei, Meneghetti, Aurelio, Fantacci, Lamanna, Francofonte. Allenatore: Torrente.
AQUILA MONTEVARCHI 1902 (4-3-3): Giusti, Lischi, Tozzuolo, Dutu, Martinelli, Bassano, Amatucci, Carpani (54′ Doratiotto), Barranca (76′ Lunghi), Gambale (53′ Intinacelli), Jallow (55′ Achy). A disposizione: Rinaldi, Boncompagni, Mionic.
ARBITRO: Nicolini di Brescia. Assistenti: Ravera di Lodi e Porcheddu di Oristano. Quarto uomo: Moretti di Como.
RETE: 72′ Arena.
Note: Espulso al 59′ Amatucci. Ammonti: il tecnico dell’Aquila Malotti e Bulevardi. Recupero: 1′ e 5′.