lunedì, Maggio 16, 2022

Andrea Sandroni. La storia di un valdarnese primo dirigente della Questura di Bergamo, una delle città più colpite dal covid

Una carriera nella Polizia di Stato e tutto il percorso “classico” dei funzionari, poi, lo scorso novembre, la nomina a Primo Dirigente presso la Questura di Bergamo. È la storia di Andrea Sandroni, montevarchino di nascita, ma da molti anni in Lombardia.
Proprio il 3 novembre scorso, infatti, il consiglio d’amministrazione per il personale della Polizia di Stato ha promosso alla qualifica di Primo Dirigente il vicequestore Sandroni, già dirigente dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico.
Andrea, figlio di un elettricista e di una commessa, come poliziotto approda a Milano nel 2002, per poi arrivare a Bergamo nel 2018, dove tutt’oggi vive e lavora. Proprio presso la questura di Polizia di Bergamo, una delle città più duramente colpite dalla pandemia, ha raggiunto la carica di Primo Dirigente della Questura.
Nei periodi più gravi e pressanti della crisi pandemica, Sandroni, come dirigente dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, aveva il compito di seguire i controlli di routine che la Polizia svolgeva quotidianamente, prima durante il lockdown e poi nelle seguenti ondate, per cercare di far rispettare le norme anti-contagio fra la popolazione, nei luoghi più frequentati della città.
Il 3 novembre poi la promozione a Primo Dirigente della Questura, “un riconoscimento di una rinnovata attenzione del Dipartimento di pubblica sicurezza – spiega una nota ufficiale della Polizia di Stato – nei confronti della questura di Bergamo e dei funzionari assegnati che hanno dimostrato professionalità, competenze e capacità di gestione di eventi complessi, anche di profilo internazionale, dal punto di vista dell’ordine e della sicurezza che nell’ultimo periodo hanno interessato la città e la provincia”.
Un traguardo senza dubbio importante e prestigioso. “In tutta la mia carriera – commenta Andrea – non ho mai conosciuto nessun valdarnese, nè tantomeno un montevarchino, che avesse raggiunto un ruolo così rilevante a livello nazionale e perciò sono molto soddisfatto ed orgoglioso”.
Oggi Bergamo non è più al centro del ciclone della crisi pandemica, ma la Polizia continua a svolgere un ruolo di primissimo piano nel tentativo di contenere i contagi e salvaguardare la popolazione: un compito importante che Andrea Sandroni svolge con totale dedizione.