giovedì, Giugno 30, 2022

I sindacati incontrano il nuovo amministratore unico della Fimer. I tempi slittano. Allo studio assemblea straordinaria

Ieri pomeriggio si è tenuto un primo incontro tra le organizzazioni sindacali e il nuovo amministratore unico di Fimer Claudio Calabi. “Rispetto a quanto prospettato finora dalla proprietà in merito alle possibili risoluzioni della grave crisi in cui l’azienda si trova – hanno spiegato Fiom Cgil, Fim Cisl e Uilm – emergono alcune rilevanti variazioni, come la possibilità di ricorrere ad eventuali procedure concorsuali. Per questo Calabi ha affermato che occorreranno ancora 60/90 giorni per affrontare e chiudere le questioni più dirimenti, compreso bilancio e ingresso del nuovo investitore. Oltre ad avere conferma della totale inaffidabilità della proprietà – hanno aggiunto i sindacati – questo nuovo scenario apre per la nostra azienda e lo stabilimento del Valdarno una prospettiva di ulteriore incertezza.
Ci aspettiamo che lo stesso amministratore unico confermi quanto oggi riportato, al tavolo istituzionale (la cui convocazione è attesa per la metà della prossima settimana), dopodiché inizieremo con le annunciate iniziative, a partire da un’assemblea straordinaria da tenersi di fronte ai cancelli dell’azienda o in piazza a Terranuova Bracciolini”.

Marco Corsi
Direttore Responsabile