domenica, Agosto 14, 2022

Fimer. I sindacati: “la proprietà ci ha confermato che è stato presentato un concordato in bianco”. Intanto a Terranuova è arrivata la Befana

Presidio anche nel giorno dell’Epifania per i lavoratori della Fimer, davanti ai cancelli della fabbrica di Terranuova Bracciolini. Per allentare la tensione una visita che era stata annunciata, quella della Befana. Una occasione per stemperare gli animi, anche perchè la situazione non è per niente semplice. Il segretario della Fiom Cgil Alessandro Tracchi ha comunicato gli esiti di un incontro avuto ieri con la proprietà. “Ci hanno confermato che è stato presentato un concordato in bianco – ha detto -. Lo stabilimento, intanto, continua a rallentare e si sta spegnendo pian piano”. Il presidio proseguirà anche nei prossimi giorni e sarà limitato a due ore al giorno, per motivi legati all’emergenza sanitaria. Ai nostri microfoni Alessandro Tracchi

Quello del presidio è un modo per mantenere alta l’attenzione in vista dell’incontro in programma al Mise l’11 gennaio prossimo. Sentiamo la massima esponente della Fim Cisl Ilaria Paoletti

L’arrivo della befana, in questa giornata che chiude le festività natalizie, ha strappato qualche sorriso.

Alcuni momenti del presidio di oggi, che proseguirà anche domani. Nel frattempo sabato prossimo alle 15 il Vescovo di Arezzo celebrerà la Santa Messa davanti ai cancelli della fabbrica, Insomma, riflettori sempre accesi su una vertenza che interessa direttamente 450 persone, ma che coinvolge altri 300 lavoratori dell’indotto. Un polo occupazionale di primissimo ordine sul quale c’è grande attenzione anche da parte delle istituzioni.