martedì, Gennaio 25, 2022

Nascerà nell’area industriale di Bomba un nuovo ospedale di comunità fino a 40 posti letto

Un intervento per certi versi storico non solo per Cavriglia ma per l’intero Valdarno. Nell’area industriale di Bomba nascerà infatti un ospedale di comunità per le cure intermedie con 20 posti letto, che potranno arrivare fino a 40. Il presidio sanitario troverà posto all’interno della struttura in passato adibita a “Centro Servizi per le imprese”, e sarà realizzata grazie ai fondi del PNRR. Sarà l’unico di questa tipologia presente in Valdarno.
Il progetto è nato poco tempo fa su preciso input della giunta comunale, che ha individuato l’edificio situato nell’ampia e fruibile area di Bomba e lo ha considerato idoneo per questo tipo di servizio. E’ partito così l’iter burocratico, con il coinvolgimento della Conferenza dei Sindaci del Valdarno, della Regione Toscana e della Asl Toscana Sud Est per concretizzare l’obiettivo e mettere a disposizione della comunità valdarnese l’immobile.
La Conferenza dei Sindaci ha approvato all’unanimità con delibera del 22 gennaio 2021 il progetto e la direzione sanitaria della Asl, dopo vari studi e sopralluoghi effettuati sul posto nel corso dei mesi, ha accolto la proposta.
Proposta accolta poi anche dalla Regione Toscana, che a dicembre ha approvato ufficialmente l’investimento, che ammonta a un milione ed 800mila euro , il massimo previsto. Il 23 dicembre il Comune di Cavriglia ha quindi messo a
disposizione l’edificio per procedere alla realizzazione dell’ospedale di comunità. Sarà un progetto rivoluzionario per l’intera sanità valdarnese, che colmerà una lacuna presente ad oggi nel comprensorio.
Si punta infatti a potenziare l’offerta dell’assistenza intermedia al livello territoriale attraverso una struttura sanitaria a ricovero breve e destinata a pazienti che necessitano di interventi sanitari a media/bassa intensità clinica e per degenze di breve durata. Il fabbricato, di recente costruzione, è collocato in una zona strategica situata a pochi chilometri dalla regionale 69 e dai principali centri abitati del Valdarno, è dotato di un grande parcheggio illuminato, si estende per una superficie di 1800 mq e si articola su due piani fuori terra, piano terreno e primo. Il collegamento è garantito grazie all’utilizzo di due vani scale e due ascensori, oltre che da una scala esterna di servizio antincendio.
L’edificio, che dovrà essere oggetto di lavori di adeguamento, è dotato già oggi di ampie finestre, di moderni impianti tecnologici ed ospita anche un centro cottura pasti di recente realizzazione e di ultima generazione, che prepara circa 2000 pasti al giorno per gli studenti delle scuole dei Comuni di Cavriglia e di San Giovanni Valdarno e che potrà essere messo a servizio anche dl nosocomio.

“È un progetto davvero fondamentale per il territorio che permetterà di aiutare molti pazienti dimessi dall’ospedale ma ancora di difficile gestione a casa – ha detto il sindaco di Cavriglia Leonardo Degl’Innocenti o Sanni -. L’edificio di Bomba è perfetto per la realizzazione di un centro per le cure intermedie grazie anche alla sua posizione strategica in mezzo al verde, ma a due passi dal cuore pulsante del Valdarno. Con la realizzazione del tunnel sulla 69 presso il Porcellino i cui lavori partiranno alla fine di quest’anno, il tempo di percorrenza per raggiungerlo dal fondovalle sarà davvero rapidissimo. Siamo fieri di questo progetto che supporterà e migliorerà tutta la sanità del territorio”.

Marco Corsi
Direttore Responsabile