martedì, Gennaio 25, 2022

Anche il Valdarno piange la morte di David Sassoli, presidente del Parlamento Europeo

Una tragedia si è abbattuta sul mondo politico nazionale ed internazionale. La notte scorsa, poco dopo le una, è morto il presidente del Parlamento europeo David Sassoli. Soltanto lunedì era stata diffusa la notizia del suo ricovero in Italia per il sopraggiungere di una grave complicanza dovuta ad una disfunzione del sistema immunitario. “Il Presidente del Parlamento europeo David Sassoli – ha annunciato il suo portavoce Roberto Cuillo – si è spento alle ore 01:15 dell’11 gennaio presso il CRO di Aviano (Pn) dove era ricoverato”. Immediate le reazioni in tutto il mondo politico. Sassoli era toscano ed era legato anche al Valdarno dove, negli ultimi anni, aveva fatto più di una apparizione. Era nato a Firenze il 30 maggio 1956 e da giovane aveva frequentato l’Agesci, Associazione guide e scout cattolici italiani. Il padre era un parrocchiano di don Milani e lui ha cominciato fin da giovane a lavorare per piccoli giornali e in agenzie di stampa prima di passare a Il Giorno e poi fare il grande salto in Rai. Poi il mondo della politica, nelle fila del Pd e l’ascesa al Parlamento Europeo.
Parlavamo del suo legame anche con il Valdarno. Il 24 aprile 2021, alla vigilia della Festa di Liberazione alle ore 21, in diretta streaming, in occasione di “Arezzo Passioni Festival”, aveva preso parte alla presentazione del nuovo libro di Filippo Boni “Muoio per te”, pubblicato dal prestigioso editore Longanesi, riguardante il massacro nazista avvenuto a Cavriglia nel luglio 1944.

Ecco il video messaggio di Sassoli realizzato in quell’occasione 

Il 6 maggio del 2019 era invece venuto a San Giovanni in occasione delle elezioni amministrative a sostegno di Valentina Vadi (foto in alto) e per lui, in piazza Cavour, era stato un bagno di folla. Insomma, una morte prematura che ha destato sconcerto e profondo cordoglio.

 

Marco Corsi
Direttore Responsabile