domenica, Agosto 14, 2022

La consigliera della Lega Tozzi: “il Serristori torna ospedale Covid ma il Valdarno è fuori dalla partita Pnrr sulla sanità”

“Perché il Valdarno è rimasto fuori dalla partita del Pnrr sulla sanità? Perché il Serristori non può diventare un ospedale di comunità? Al netto delle passerelle dell’assessore Bezzini, cosa aspetta ancora la Regione a realizzare un piano per il rilancio dell’ospedale, un piano concreto post Covid che abbia fondamenta solide, tempi certi e comprenda anche il pronto soccorso?”. Così la consigliera regionale della Lega Elisa Tozzi interviene sull’annunciato ritorno del presidio figlinese ad ospedale Covid, con la conseguente sospensione dell’attività chirurgica di sala e il dirottamento di personale medico e sanitario all’ospedale di Santa Maria Annunziata.
“Ancora una volta il Valdarno viene sacrificato. – dcontinua Tozzi – Non tanto nel nome della pandemia, contro la quale i valdarnesi sono ben disposti a far fronte con ogni sforzo, quanto a causa della scarsa attenzione della maggioranza regionale nei confronti del nostro territorio e dell’altrettanta scarsa autorevolezza dei suoi amministratori locali.E’ un dato di fatto: il Valdarno è fuori dalla partita del Pnrr, sul fronte sanitario – aggiunge la consigliera regionale – mentre gli impegni dell’assessore Bezzini sul Serristori sono rimasti, ancora una volta, lettera morta: sia quelli sulla riapertura del pronto soccorso, sia quelli sulla riorganizzazione post pandemica comprendente la riattivazione di tutti i servizi.Come al solito mancanza di chiarezza, improvvisazione, pressappochismo e ‘navigazione a vista’ la fanno da padrone in questa Giunta. – conclude la Tozzi – E’ troppo chiedere a Palazzo del Pegaso di dirci una volta per tutte cosa intende fare col Serristori?”.

Serena Paoletti
Redattrice