martedì, Maggio 17, 2022

Figline. Chiusura scuola “Da Vinci”. La Lega chiede spiegazioni

Una serie di delucidazioni sulla repentina chiusura della scuola “Leonardo da Vinci” di Figline Incisa. Sono quelle che hanno richiesto alla giunta Mugnai Alessandro Gonnelli e Costantino Ciari, rispettivamente capogruppo e vice presidente in consiglio comunale del gruppo Lega Salvini Premier. Innanzitutto i due esponenti del Carroccio hanno chiesto quando è stata redatta la relazione del settore sismica della Regione Toscana, dato che pare essere stata consegnata al Comune il 4 maggio scorso. “Ma soprattutto, a quando risale l’indagine per la quale la scuola risulta inagibile? – hanno chiesto Ciari e Gonnelli -. Visto poi che il Comune ha approntato un progetto di adeguamento sismico della scuola di 2,5 milioni di Euro ed ha ottenuto il contributo PNRR di 1,3 milioni di euro, quali sono state le premesse tecniche oggettive per prospettare questo adeguamento sismico e, soprattutto a quando risalgono?”.
I rappresentanti leghisti hanno poi chiesto se queste prove di stabilità che devono essere eseguite erano previste dal piano e perché non sono state eseguite durante il periodo di lockdown, quando gli studenti erano a casa. “Sono domande importanti che hanno a che vedere con la sicurezza degli studenti e dei professori e di tutta la nostra comunità – hanno aggiunto – Domande che richiedono risposte precise e documentali da parte della giunta e del sindaco. Ieri abbiamo fatto la richiesta di accesso agli atti di tutta la documentazione in oggetto. E nostra intenzione seguire passo passo e attentamente tutta la vicenda sin dall’inizio”.

Marco Corsi
Direttore Responsabile